Massa, festa del gol con l’Aenaria: 7-0 il finale.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massa Lubrense – Grande prova dei ragazzi di Miniero nella sfida di Coppa Italia Dilettanti contro l’Aenaria Lacco Ameno. Un 7-0 che conferma le buone impressioni destate dal collettivo nella sfida esterna di campionato, seppur persa, contro l’Agropoli. La partita è equilibrata per i primi minuti, le squadre macinano gioco a centrocampo, gli ischitani, pur schierando una formazione giovane e priva di molti titolari, sembrano tener testa. A spezzare l’equilibro una volata di Marcia sulla fascia sinistra che crossa al centro per l’accorrente Balduccelli che appoggia in rete. I ragazzi dell’Aenaria, che schierano in porta il figlio quindicenne di “Batman” Pino Taglialatela, storico portiere del Napoli presente al campo in qualità di dirigente, comunque non demeritano e terminano la prima frazione di gioco non tirando mai in porta ma bloccando il risultato sull’1-0. Il primo tiro degli ospiti arriva al 13′ del secondo tempo, ma è un fuoco di paglia: inizia il Massa show. Apre le danze Cuomo al 15′ dopo una combinazione con Volpe. Proprio Volpe sigla il terzo gol al 24′ risolvendo una mischia sottoporta. Il poker è servito da Porzio, che raccoglie una respinta corta di Taglialatela, al 25′, poi Festa sigla la rete più bella della partita dopo una discesa sulla fascia conclusa con un bell’esterno. C’è tempo per le doppiette personali di Volpe, all’80’ e di Porzio a quattro minuti dalla fine, che sigillano il roboante risultato.

Miniero: «L’umiltà paga» soddisfatto mister Miniero che giudica la bella prestazione dei suoi sottolineando l’umiltà e la concentrazione con la quale hanno affrontato una sfida all’apparenza semplice. C’è spazio anche per una riflessione sul terreno di gioco sintetico, che fa il paio con le difficoltà sottolineate da Sarri, coach del Sorrento, rispetto al manto erboso dello Stadio Italia. Il motivo non è il caldo ma la pesantezza del terreno, che limità la scorrevolezza del pallone: «E’ davvero difficile giocare, il pallone si ferma subito ed è stancante per i ragazzi portare avanti la palla – ci mostra il mister calciando la sfera poco lontano -. In casa possiamo imporci perchè gli altri fanno fatica, fuori sui terreni in erbetta voliamo ma se non si è concentrati per tutti i 90′ l’avversario può punirti subito». Vantaggi e svantaggi del sintetico quindi, che non risparmiano nemmeno la formazione del Massa e di cui sentiremo parlare ancora a lungo.

Massa Lubrense: Alfano, Siniscalchi, Festa, Cappiello A., Bagnulo, Cappiello L., Volpe, Vinaccia (Cuomo 11′ st), Balduccelli (Cardinale 44′ 1t), Esposito (Porzio 8′ st), Marcia. A disp: Spasiano, Santini, Gargiulo, Zapparella. All.: Miniero.

Aenaria Lacco Ameno: Taglialatela, Boccia, Villani (Sferratore 1′ st), De Simone (1′ st Monaco) Volino, Moggio, Barbieri, Lupoli (3′ st Buono) Matera, Oranio, Loto. A disp.: Petrone, Pascale, Riccio. All.: Salatiello.

Reti: 15′ Balduccelli, 64′ Cuomo, 69′,80′  Volpe, 78′ Festa, 70′,86′ Porzio.
Ammoniti: Festa (ML), De Simone (A).
Arbitro: Izzo di Torre Del Greco.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!