Sorrento – Pavia, le pagelle: Armellino mostra una personalità da veterano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Capitan Vanin ha servito l'assist per il 2-1 di Galabinov

ROSSI 6: Sui gol non ha colpe: la pennellata di Falco e la stoccata di D’Errico finiscono rispettivamente all’incrocio e nell’angolino basso del palo lontano, lì dove lui non può arrivare. Bravo a sventare in angolo quando Rodriguez, al 38’ del primo tempo, gli si presenta solo solo davanti.
VANIN 6,5: E’ l’unica nota realmente lieta del pacchetto arretrato. Rispetto all’epoca simonelliana spinge di meno, ma quando avanza è letale. Suo l’assist per il gol di Galabinov.
TERRA 6: Rodriguez è un cliente tutt’altro che imprendibile, quindi tutto sommato la sua è una giornata tranquilla. Prova, senza riuscirci, a rendersi pericoloso sui corner a favore.
NOCENTINI 6: Fa correre i brividi ai tifosi rossoneri quando, a metà campo, da ultimo uomo, si permette il lusso di superare in dribbling due avversari. Per il resto presidia la zona senza patemi.
BONOMI 4,5: Per 75 minuti non prende Falco nemmeno una volta. Esce per una botta alla testa, rimediata proprio in uno scontro aereo con il gioiellino scuola Lecce (dal 29’ s.t. SABATO 6: Ferma Falco in due occasioni, e dalla tribuna centrale gridano al miracolo. Tenta anche il gol con un tiro a volo dalla distanza)

Marco Armellino, migliore in campo del Sorrento

CAMILLUCCI 5,5: Puccio gli si piazza sulle caviglie e non lo molla neanche un secondo. Così è difficile per tutti organizzare una qualunque trama di gioco. (dal 35’ s.t. TOGNOZZI s.v.: Giusto un quarto d’ora per il ‘Piccolo Lord’ rossonero. L’impressione è che sia ancora in ritardo con la preparazione fisica)
ARMELLINO 7: Senza dubbio il migliore. Così come lo scorso anno fa il suo lavoro prezioso in fase di copertura. In più ha acquisito quella personalità giusta per diventare finalmente ‘grande’. Cerca anche il gol, ma prima Facchin e poi il palo gli dicono di no.
CORSETTI 5,5: Si procura il secondo rigore, poi nulla più. Poco, troppo poco per uno come lui. (dal 24’ s.t. GALABINOV 6: Ha un’unica palla buona, e la butta dentro. L’istinto del killer c’è.)
CARLINI 6: Partita generosa la sua, come al solito. Si guadagna il primo rigore con un dribbling che costringe Gheller al fallo, ma in chiusura si divora il gol del potenziale 3-2.
BONDI 4,5: Un fantasma. Non lo si vede e non lo si sente per tutto il match. Nel finale è talmente stanco che in mezzo al campo cammina.
GINESTRA 5,5: L’errore dal dischetto pesa tantissimo. L’avesse messa dentro, il Pavia, forse, non si sarebbe più rialzato. In netta difficoltà fisica, alla lunga perde smalto e lucidità.
ALL.SARRI 6: La lista degli assenti è lunga, ma non è un attenuante. Così come non deve esserlo la scusa del caldo. Buona l’intuizione del cambio di Galabinov, l’unica pecca è che non trova una soluzione per contenere lo straripante Falco.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!