Recupero fatale al Sant’Agnello: San Vito Positano di rigore al 49’!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

D'Auria non trattiene la ribattuta di Gargiulo (foto di M.Capodanno)

Positano – Sconfitta degna di un buon thriller cinematografico quella patita dal Sant’Agnello di mister Guarracino sul campo, in pessime condizioni, del San Vito Positano.
I ragazzi in blu partono bene con Guarino che dopo 3’ha sul piede destro l’occasione del vantaggio ma colpisce male la palla. All’11’il San Vito spreca con De Simone, che di testa non indirizza il pallone all’angolo alla sinistra di La Mura.
Al12’primo episodio dubbio: Guarino è spinto in area, l’arbitro fischia il rigore ma il guardalinee gli fa cambiare idea dopo aver segnalato un fuorigioco inesistente. Al19’ancora un contatto, questa volta nell’area santanellese. Gargiulo va a terra ma l’arbitro fischia la simulazione. Il contatto forse c’è ma il 7 accentua la caduta.
Le squadre si affacciano poco nelle aree avversarie, colpa anche di un campo che non permette un controllo di palla e quindi una costruzione di gioco precisi.
Al42’occasione ghiottissima per il Sant’Agnello: Iozzino gira liberissimo in acrobazia ed a botta sicura: miracolo di Palumbo che smanaccia in volo.
II° tempo – Nel secondo tempo le squadre tengono un buon ritmo: il Sant’Agnello cerca la rete subito con Palomba il cui colpo di testa viene salvato sulla linea. All’11’ ancora contatto dubbio nell’area blu: Guitto reclama il rigore. Al14’Palomba perfetto su De Simone pericoloso in area. Beato, appena entrato in campo, si allunga troppo il pallone al19’mentre la migliore occasione del secondo tempo capita sui piedi di Gargiulo che dopo un parapiglia in area spedisce a lato il possibile vantaggio giallorosso.
Entrano anche gli esperti Guarracino e Aiello per provare a scuotere la partita per il Sant’Agnello. Negli ultimi minuti accade di tutto: al37’Chierchia ci prova da lontano ma finisce a lato, poi l’espulsione di De Luca che trattiene un velocissimo Gargiulo lanciato a rete. Aiello spreca la punizione calciando di poco alto.
Al46’il San Vito chiede il rigore a gran voce per un presunto fallo di mano, poi dopo un minuto ecco che Schiazzano stende De Simone che sta per calciare a botta sicura: espulsione e rigore all’ultimo respiro. Gargiulo si avvia sul dischetto dopo aver discusso con De Simone, calcia e si fa parare il tiro da La Mura: è lesto però nel ribattere e nel firmare l’1-0 finale che sa di beffa per i ragazzi dell’allenatore-giocatore Guarracino.

San Vito Positano – FC Sant’Agnello 1-0
S. Vito Positano: Palumbo, Mandara (9′ st Alfano), Chierchia, Santaniello, De Luca, Stulmo, Gargiulo, Guitto, De Simone, Tufano, D’Auria (Nilo 1′ st). A disp.: Lucibello, Ricco, Fusco, Foresta, Cuccaro. All.: Fiore
Sant’Agnello: La Mura, Gargiulo, Palomba, Parlato, Schiazzano, Dentale, D’Angiolo (Beato 18′ st), Inserra (Guarracino 33′ st), Iozzino, Guarino, Esposito (Aiello 38′ st). A disp.: Palomba, Macarone, Coppola, Scelzo. All.: Guarracino
Arbitro: Sabatino di Nola
Reti: Gargiulo (SV) al48’ st
Ammoniti: Santaniello, De Simone, Nilo, Chierchia (SV), Inserra, Parlato, Gargiulo.
Espulsi: De Luca (SV) al42’ st, Schiazzano (SA) al47’ st.
Angoli: 4-3
Recuperi:2’ -6’

® Riproduzione riservata


 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!