Pirotecnico 3-3 tra Sorrento e Barletta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sturno – Ritorna a “Il Castagneto” di Sturno per capire cosa farà da grande il Sorrento di Maurizio Sarri, che in una partita pirotecnica contro il Barletta impatta per 3-3.
Un tempo ciascuno, meglio i pugliesi nella prima parte di gara, forte il ritorno del Sorrento nella ripresa. Al termine del match la consapevolezza che c’è ancora da migliorare per recitare la voce grossa nel girone A di Lega Pro.
Il Sorrento dopo il riscaldamento fa a meno di Generoso Rossi, che ha un risentimento al collo e schiera Casadei tra i pali. Il Barletta è avversario di spessore fa a meno di Maniero infortunato, ma dispone nell’arco della prima frazione degli avversari.
Sono proprio i pugliesi a dettare i ritmi della gara sin dall’avvio costringendo il Sorrento a ricorrere spesso al lancio lungo, che è preda dei centrali pugliesi.
Le prime emozioni sono tutte di marca bianco rossa. Infatti è il Barletta a passare  al dodicesimo. Simoncelli recupera un cross sull’out di destra, centra e Di Gennaro mette dentro. L’attaccante, che ha scelto di andare in Puglia alla corte di Marco Cari, anticipa Terra e l’uscita di Casadei e deposita alle spalle del numero uno rossonero.
A tambur battente i biancorossi provano a cercare il raddoppio. La conclusione dai venti metri è di Cerone è forte e Casadei si riscatta deviando in corner.
Il Sorrento si fa vivo dalle parti di Sicignano con una punizione di Ginestra che sfiora il palo. Ancora i costieri provano a farsi vivi dalle parti del portiere pugliese, ma l’azione, partita dai piedi di Romeo, vede Ginestra anticipato da un difensore.
La migliore incursione della squadra di Sarri si ha verso la fine del primo tempo. Camillucci innesca Bondi, il brasiliano crossa dalla sinistra, ma la girata di Scappini di testa termina sul fondo.
Quattro goal e tante emozioni nella ripresa. Il Barletta sembra chiuderla subito con Mazzeo che in mischia deposita alle spalle di Casadei. L’azione però nasce da un fallo di mano di Franchini, che l’arbitro non sanziona.
Come punto sul vivo il Sorrento si risveglia dal torpore e al decimo pareggia. Minuto numero sei Scappini è atterrato in area da Pisani, per Cangiano è rigore, dal dischetto realizza Carlini.
Punizione per il Barletta, la difesa ribatte, Croce prende palla e si invola verso la porta di Sicignano, dopo aver fatto metà campo palla al piede serve Corsetti, che con un tocco sotto di destro batte il pipelt pugliese.
I bianco rossi calano e aumentano i ritmi dei costieri, che al minuto 27 passando a condurre. Calcio d’angolo, batte Croce, la palla attraversa tutta l’area di rigore e sul secondo palo è Di Nunzio a depositarla alle spalle del portiere.
Il Sorrento non chiude il match con una splendida sforbiciata di Carlini e con Corsetti, che di testa non inquadra lo specchio e il Barletta lo punisce nel finale pervenendo al pareggio.
Lancio di Mazzarani per Schetter in sospetta posizione di off side, controllo e tiro non irresistibile dell’ex Cavese che supera un incerto Casadei.

SORRENTO-BARLETTA: 3-3

RETI: 12’ pt Di Gennaro (B), 1’ st Mazzeo (B), 7’ st rig.Carlini (S), 10’ st Corsetti (S), 27’ st Di Nunzio (S), 37’ st Schetter (B)

SORRENTO (4-2-3-1): Casadei; Vanin (20’ st Di Nunzio), Romeo, Terra (1’ st Nocentini), Bonomi (1’ st Sabato); Camillucci (17’ st G. Ferrara), Armellino (17’ st Niang); Croce (32’ st Greco), Ginestra (1’ st Corsetti), Bondi (1’ st Carlini, 45’ st Breglia); Scappini. A disp.: Pratticò, Vollono. All.: Sarri.
BARLETTA (4-4-2): Sicignano (37’ st Pane); Mazzarani, Pisani, Migliaccio, Angeletti (1’ st Pelagias); Simoncelli (1’ st Franchini), Guerri, Hanine (1’ st Menicozzo), Schetter; Di Gennaro (21’ st Infantino), Cerone (1’ st Mazzeo). A disp.: Lautaro, Caggianelli, Caputo, Colucci, M. Ferrara, Ragno. All.: Cari.
ARBITRO: Cangiano di Napoli (Guarino/Signoriello).
NOTE: Angoli 5-3 per il Barletta. Spettatori 400. Recupero 1’ st, 3’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!