Sarri lancia l’SOS: ‘Davanti siamo corti, ho bisogno di una punta’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Mister Sarri, alla vigilia dell’amichevole di Sturno con il Barletta, ha parlato dei temi caldi in vista dell’esordio in campionato di Monza. Il test match con la squadra pugliese, forte dell’amichevole giocata a Rovereto contro il Napoli e nella rosa delle favorite del girone B, rappresenta un buon banco di prova per testare l’atteggiamento mentale della squadra e la capacità di entrare in campo per fare risultato.

Ultimi giorni d’agosto utili anche per puntellare la rosa, che mostra qualche mancanza soprattutto nel reparto avanzato. «A livello numerico in questo momento abbiamo solo una carenza davanti, dove ci sono tre uomini per due posti. Bondi potrebbe all’occorrenza giocare dietro una punta, anche se è un ruolo dove non riesce ad esprimersi al massimo delle proprie possibilità».

Tegola inaspettata il repentino infortunio di Simone Basso, vittima, alla sua prima apparizione in rossonero, di una lussazione al gomito in amichevole contro il Massa Lubrense. L’incidente complica i piani tecnici del mister che per la “prima”, e per tutto settembre, dovrà rinunciare anche a Croce per squalifica. «Questo rientra in quegli episodi sfavorevoli che fanno parte delle stagioni sportive. Dovremo fare a meno di Simone per settembre ma è un calciatore che ci darà una grossa mano quando rientrerà». Probabile l’utilizzo di un calciatore da esterno per sopperire alla mancanza forzata, magari Carlini, che il mister preferirebbe però utilizzare da seconda punta, o il cambio di modulo in corsa. Uno sguardo finale allo sciopero dei calciatori indetto dall’Aic: «Mi sembra una decisione politica che con lo sport ha poco a che vedere, un modo per qualcuno di mettersi in mostra».

Francesco Bevacqua

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!