Il Massa impatta con il Positano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massa Lubrense – Pareggia contro il San Vito Positano il Massa Lubrense di Miniero nella sua seconda uscita ufficiale dopo quella contro il Sorrento di mercoledì scorso.
Il tecnico dei nero azzurri deve ancora fare a meno di Bagnulo e Santini. Il primo fuori per problemi personali, il secondo per problemi fisici. Ai due si aggiunge anche l’attaccante Lupico, che sembra pronto per firmare con la società di via Arenaccia.
Primo tempo – Il pallino del gioco è saldamente nelle mani dei massesi, che provano a rendersi pericolosi dalle parti di Palumbo. Ci provano nell’ordine Porzio ed Esposito, ma le conclusioni non creano particolari grattacapi al portiere del Positano. Iovino si divora una colossale palla goal e nel momento migliore degli uomini di Miniero passano i giallo rossi.
De Simone si invola su errore di Autiero, salta Fiorentino in uscita e deposita in rete. L’attaccante deve uscire poco dopo per un risentimento, ma il Positano si rende pericoloso ancora una volta con D’Auria.
Il pareggio per i nero azzurri lo raggiungono con il nuovo acquisto De Stefano, che sotto misura deposita in rete un assist di Porzio.
Secondo Tempo – La ripresa vede le due squadre cambiare volto sensibilmente. Tanti cambi, ma poco costrutto. Il Massa vuole vincere per il morale, il Positano cerca l’affiatamento giusto dopo tanti arrivi nel mercato.
Cappiello in una delle tre occasioni del Massa Lubrense colpisce la traversa con un pallonetto dai venti metri. Poi l’assist di Vinaccia non trova nessuno dei suoi compagni a ricevere il passaggio in area.
Il giovane Alfano subentrato a Fiorentino si erge a protagonista respingendo tre opportunità per il San Vito Positano. Nel finale la ghiotta opportunità è per Longobardo, ex Vico Equense, a tu per tu con Palumbo chiama l’estremo difensore all’intervento.

AS Massa Lubrense – San Vito Positano 1-1
As Massa Lubrense: Fiorentino (1’st Alfano), Zapparella, Gargiulo V (30’st Volpe), Cappiello A (30’st Longobardo), Iovene (1’st Cappiello L), Autiero, De Stefano (30’st Marcia), Vinaccia (1’st Cuomo), Iovino (1’st Balduccelli), Porzio (30’st Volpe), Esposito.
Allenatore: sig. Miniero
San Vito Positano: Palumbo, Mandara, Chierchia, Santoriello (1’st D’Alesio), De Luca (1’st Gargiulo R), Mauriello, Tufano (1’st Calabrese), Guitto (1’st Foresta), De Simone (30’pt D’Auria), Nilo (1’st Coppola), Chirico.
Allenatore: sig. Fiore
Marcatori: 30’st De Simone (SP), 43’st De Stefano (M)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!