Un Massa da lavori in corso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – E’ un Massa Lubrense da lavori in corso, quello visto ieri sera all’Italia. Sei reti subite, ma a sprazzi lampi di buon gioco contro una formazione rodata e di ben tre categorie superiore al roster di mister Miniero.
Nel primo tempo considerando l’influenza che ha condizionato la prestazione di Cappiello si sono viste buone cose da parte di Porzio ed Esposito, con un discreto Luigi Castellano al centro della difesa dove mancava per impegni personali Bagnulo.
Dopo i problemi che hanno costretto la società di via Arenaccia a non poter contare su De Luca, il Massa Lubrense sta visionando il giovane Autiero, ieri impegnato a fianco di Castellano.
Nella ripresa il tourbillion di sostituzioni ha fatto salire in cattedra Vinaccia, che con cuore e grinta ha provato a trascinare i suoi cercando la rete della bandiera.
Il test è stato probante anche perché i nero azzurri avevano da pochi giorni ultimato i carichi pesanti di lavoro ed era la prima vera gara giocata dell’anno.
I lavori in corso proseguono anche sul fronte del mercato. Infatti, dopo aver perso De Luca serve un centrale esperto da affiancare a Bagnulo. La società è incerta sull’obiettivo da seguire se provare a prendere un giovane di belle speranze o un esperto che potrebbe fornire peso specifico all’intero reparto.
La realtà dell’Eccellenza è diversa dalla Promozione e urge per il Massa Lubrense l’arrivo di una punta che possa garantire la doppia cifra. La trattativa con Alessandro Lupico è ben avviata, ma il bomber, scuola Sorrento con trascorsi a Vico, tentenna in attesa di una proposta dalla serie D. Il sodalizio di via Arenaccia si spera non resti vittima del mercato a settembre, qualora Lupico decida di giocare altrove. In settimana si aggregherà al roster del Dg Gargiulo anche il giovane Longobardo classe ’92 ex Vico Equense.
Secondo il sito Resport il Massa Lubrense dovrebbe essere inserito nel girone B di Eccellenza con la Libertas Stabia e il Città di Pompei. Dovrebbe così evitare il temibile girone napoletano dove per Fiorentino e compagni ci si sarebbe imbattuti nel Savoia dell’ex Marino.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!