Coppa Italia Tim: Crotone – Sorrento 1-0

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Foto Luigi Penna

Crotone – E’ fatale ancora una volta il secondo turno di Coppa Italia Tim al Sorrento, che cede al Crotone con il minimo scarto. Una buona gara quella disputata dagli uomini di Sarri, che hanno tenuto bene il campo non demeritando, ma uscendo battuti per 1-0 dallo Scida. Decide il neo entrato Galardo, che realizza con una conclusione da lontano deviata in mischia.

Primo tempo – Il Sorrento parte bene. Prima reclama un rigore per un presunto fallo su Carlini, poi impegna Belec con l’ex Ginestra, che costringe il portiere rossoblu alla deviazione.
I rossoneri ancora una volta provano a passare in vantaggio. A rendersi pericoloso questa volta è Corsetti, ma il tiro del numero sette costiero termina alto sulla trasversale.
Corsetti sembra in palla e ci prova ancora una volta, ma la sua conclusione è centrale e Belec para.
Il Crotone inizia la manovra e prova a sfruttare gli spazi che il Sorrento concede, ma non riesce a rendersi pericoloso. Ci prova l’ariete Djuric, ma il suo colpo di testa non inquadra la porta.
Le due contendenti tentano di sbloccare su palla inattiva, ma nè Ginestra, nè Ciano hanno fortuna sulle rispettive battute.
Il Sorrento copre e riparte e si rende pericoloso dalle parti di Belec che con l’ausilio di Migliore sbroglia una difficile situazione in area.
Buon primo tempo per la squadra di Sarri, che ha imbrigliato i rossoblu e creato un paio di situazioni pericolose. Resta l’amaro in bocca per il contatto in area su Carlini, che poteva essere sanzionato con la massima punizione.
Secondo Tempo –  Parte meglio il Crotone nel secondo tempo e sfiora due volte la marcatura. Djuric ci prova di testa, Rossi è miracoloso e sventa la minaccia. Poi è la volta di Tedeschi che calcia alto.
Appena il Sorrento riesce a trovare i rossoblu scoperti fa male. Croce sguscia via e calcia, ma il pallone si stampa sulla traversa.
Ginestra è uno dei più in palla dei suoi e prova a mettere a segno il goal dell’ex, ma la sua conclusione termina fuori.
Inizia la girandola delle sostituzioni e nei rossoneri esce Croce per far spazio a Bondi. I calabresi sostituiscono Ciano e Maiello con Caccavallo e Galardo.
Il Sorrento dopo aver retto bene contro i rossoblu viene battuto da Galardo. Il capitano del Crotone calcia dalla distanza la palla viene deviata e Rossi non può nulla.
Sarri cambia, dentro Scappini, fuori Carlini e Niang in mediana prende il posto di Camillucci.
Il Sorrento preme, ma non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Belec. Bondi su punizione centra la barriera e nei quattro minuti di recupero l’assalto non porta la rete del pari, che porterebbe tutto ai supplementari.

Crotone (4-3-3): Belec; Migliore, Tedeschi, Vinetot, Eramo; Maiello (‘st Galardo), Calil, Florenzi; Ciano (‘st Caccavallo), Djuric, De Giorgio (‘st Pettinari).
A disposizione: Bindi, Ligi, Terigi, Broso.
Allenatore: Sig. Menichini.
Sorrento (4-2-3-1): Rossi; Vanin, Romeo, Terra, Bonomi; Armellino, Camillucci (‘st Niang); Corsetti, Carlini (‘st Scappini), Croce (‘st Bondi); Ginestra.
A disposizione: Casadei, Di Nunzio, Sabato, Ferrara.
Allenatore: sig. Sarri.
Arbitro: sig. Di Bello di Brindisi
Marcatori: 34’st Galardo (C)
Note: Ammoniti: Ginestra (S), Armellino (S), Migliori (C). Angoli 2-1 per il Crotone. Recupero: 1’pt, 4’st

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!