Scappini:”Sorrento la mia prima scelta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Bondi, Avallone, Bonomi e Scappini (Foto Franco Romano)

Sorrento – Voluto fortemente da tutti, società e allenatore, Stefano Scappini si è aggregato al gruppo negli ultimi giorni di ritiro e con Bonomi e Bondi è stato presentato nel pomeriggio alla stampa.
Spirito battagliero per l’attaccante che Sarri utilizzerà al centro del reparto offensivo e alle cui spalle giostreranno Carlini, Ginestra, Croce, Bondi e Corsetti.
«Sono molto motivato – afferma Scappini -. Speriamo sia una bella avventura e che si possano raggiungere obiettivi importante come vuole la società».
Il giovane attaccante, ex Sampdoria e Alessandria,  è giunto in Costiera  dopo un inseguimento durato tutta un’estate. Il Sorrento lo ha prelevato dai blucerchiati in prestito con diritto di riscatto della comproprietà. La squadra del presidente Garrone ha scelto di farlo crescere ancora e lui ha scelto i rossoneri e la Costiera per provare a ripetere le gesta della passata stagione.
«Sono stato in ritiro con la Sampdoria, ma sapevo che era dura – dichiara l’attaccante perugino -. Con Maccarone, Bertani e Pozzi in squadra gli ostacoli

Stefano Scappini lo scorso anno all'Italia (foto Franco Romano)

erano tanti per guadagnarmi un posto, ma la mia prima scelta è stata Sorrento non appena ho capito che potevo partite».
Scappini è atteso da una dura eredità, quella di Paulinho capocannoniere della stagione 2010/11, ma lui non bada al passato e ai paragoni, ma punta tutto su se stesso per la nuova avventura che lo attende.
«Non faccio confronti con Paulinho che è un giocatore importante – continua la punta -. Il mio obiettivo per l’anno prossimo è quello di confermare il bottino di reti realizzato ad Alessandria, ma cosa fondamentale è fare bene con tutta la squadra».
Un destino particolare quello che lega Stefano Scappini all’Italia. Infatti, l’ex grigio nello stadio costiero è sempre andato in goal cosa che fa ben sperare i supporter costieri in vista delle gare che attendono il Sorrento nel girone A della prossima Prima Divisione di Lega Pro.
«Il campo mi porta bene – conclude ridendo -. Ho sempre segnato ogni volta che ho giocato a Sorrento, sia con la Ternana, sia con l’Alessandria, ma non ho mai vinto. Quest’anno spero solo di esultare tanto per le vittorie».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!