Sorrento, pronta l’offerta per Cellini. In stand-by Pichlmann, Scappini ed il sogno Paulinho

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Marco Cellini, qui con la maglia dell'Albinoleffe

E’ Marco Cellini, attaccante classe 1981 in forza al Varese di Benny Carbone, la prima scelta per l’attacco rossonero.

Il summit di domenica tra il presidente Mario Gambardella, il direttore sportivo Salvatore Avallone ed il tecnico Maurizio Sarri, tenutosi nelle stanze del Casanova Hotel Residence di San Quirico d’Orcia, dove il Sorrento è in ritiro, è servito a stilare la speciale classifica delle preferenze per la punta da affiancare a Carlini e Ginestra: in testa, c’è l’attaccante fiorentino. A seguire Pichlmann e Scappini. Senza dimenticare il sogno Paulinho.
CELLINI, PRONTA L’OFFENSIVA. La voce dell’interessamento del Sorrento per Cellini è cominciata a circolare già la settimana scorsa. La trattativa con la dirigenza varesina fu appena abbozzata, e si concluse con l’impegno della società costiera a far pervenire sulla scrivania del ds biancorosso Mauro Milanese un’offerta ufficiale. Adesso, sciolti gli ultimi dubbi, il presidente Mario Gambardella è pronto a fare sul serio e, secondo indiscrezioni raccolte da SportinPenisola, già nelle prossime ore sarebbe pronto a proporre al Varese un’offerta per acquisire la metà del cartellino del calciatore che nella scorsa stagione agonistica si è diviso a metà tra Varese e Vicenza, mettendo a segno, in totale, 3 gol in 35 partite. Su Cellini, però, ci sono in lizza anche altre squadre: in primis lo Spezia-prenditutto di Gustinetti ed in seconda battuta la Cremonese. Sarà quindi una sfida a tre, con il Sorrento che cercherà in tutti i modi di accontentare le richieste del tecnico Sarri.
PICHLMANN E QUEL GIURAMENTO D’AMORE AL VERONA. Dopo quello di Cellini, il nome più caldo è quello di Thomas

Thomas Pichlmann mentre esegue un'acrobazia con la maglia del Grosseto

Pichlmann. Austriaco di Vienna, Pichlmann è sotto contratto con il Verona che lo ha acquistato dal Grosseto nelle battute finali della scorsa finestra di calciomercato estivo. Corazziere dell’area di rigore, Pichlmann è finito sul taccuino del ds Avallone nello scorso week-end. Da qui, un primo contatto col Verona, che ha chiesto tempo. Gli scaligeri, infatti, sono disposti a cederlo solamente nel caso in cui non riuscissero a piazzare Giuseppe Le Noci, altro attaccante messo in lista di sbarco. Altro ostacolo, apparentemente insormontabile, è la volontà del calciatore di giocarsi le sue chanche in cadetteria nella città di Giulietta. In un’intervista recente, rilasciata alla stampa locale, Pichlmann ha infatti giurato amore eterno alla maglia gialloblu: ‘Non penso neanche lontanamente a lasciare il Verona – ha dichiarato l’austriaco. – Qui sto benissimo, i tifosi sono fantastici e la società è un modello’. Il Sorrento ed Avallone sono avvertiti.

Stefano Scappini

SCAPPINI, APPUNTAMENTO DOPO LE IDI DI AGOSTO. Non è solo una questione di preferenze di Sarri. Il tecnico toscano, ormai lo si è capito, stravede per la giovane punta di proprietà della Sampdoria, che lo ha riscattato completamente dal Ravenna nell’ultima sessione di risoluzione delle comproprietà. L’intoppo che da tempo sta frenando l’approdo della punta ex Alessandria al Sorrento è relativa ai costi dell’operazione. La Sampdoria, infatti, chiede almeno 200 mila euro per la comproprietà, gli stessi soldi versati pochi mesi fa nelle casse della società ravennate per intascarsi l’intero cartellino. Cifra, questa, che il presidente Gambardella non è disposto a versare, almeno per il momento. L’idea del massimo dirigente costiero, infatti, è quella di attendere la seconda metà di agosto, quando i blucerchiati saranno costretti ad abbassare le pretese, vista la necessità di dare via il calciatore, chiuso da attaccanti del calibro di Pozzi, Maccarone, Bertani e Piovaccari. Insomma, per chiudere (in positivo o in negativo) bisogna attendere almeno 15 giorni.
PAULINHO CONTINUA A CHIAMARE. Il pressing di Paulinho sul Sorrento (sì, avete letto bene: è il calciatore che pressa la società per acquistarlo!) sta continuando ormai da quasi una settimana. I contatti tra il calciatore ed il presidente Mario Gambardella si sono intensificati nel corso del week-end e, secondo indiscrezioni, pare che l’asso brasiliano domenica abbia anche telefonato nel ritiro di San Quirico ad alcuni ex-compagni, voglioso di conoscere come lo spogliatoio accoglierebbe un suo eventuale ritorno. Il nodo, però, è sempre lo stesso: il prezzo del cartellino. Per la metà di Paulinho, il presidente del Livorno chiede 2 milioni di euro. Fantascienza per le casse di qualunque società di Lega Pro. Mario Gambardella lo sa bene, e non vuole dissanguarsi. Ma fonti vicine alla società sussurrano che un tentativo, forse, verrà fatto, per non lasciare nulla d’intentato. Insomma, anche in questo caso, c’è da essere pazienti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!