Con Porthos Camillucci mediana al sicuro

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Secondo allenamento per Cristiano Camillucci

Sorrento – Uno dei quattro moschettieri giunti in Penisola e presentati oggi nella sala stampa dello stadio Italia è Cristiano Camillucci, centrocampista ex Alessandria che ritrova Sarri dopo l’esperienza in Piemonte.
L’ex numero quattro dei grigi prenderà il posto di Eugenio Romulo Togni andato al Pescara di Zeman.
«Io e Togni abbiamo caratteristiche differenti, lui segna un po’ di più – afferma Cristiano -. So che sono un giocatore completo per il centrocampo. Copro e rilancio l’azione».
Una storia particolare quella di Camillucci e Sarri. Infatti, prima dello scorso anno con i grigi, Cristiano era sempre approdato in squadre che mister 33 schemi aveva salutato, come con il Sansovino e la Sangiovannese.
«Infatti – ride Cristiano -. E’ una cosa strana, ma io e il mister anche se siamo stati nelle stesse squadre, abbiamo lavorato insieme solo lo scorso anno ad

Il centrocampista con la nuova maglia

Alessandria. Lui è un tecnico che può fare la differenza in Lega Pro, ha grande personalità e riesce a plasmare la squadra come pochi a darle una propria personalità».
Potrebbe essere un Sorrento in versione rosso-nera e grigia quello che nel prossimo anno affronterà il campionato di Lega Pro diPrima Divisione. Infatti, dopo l’ufficialità di Camillucci e Croce è giunto Romeo. Un centrocampo formato giovane dove con Niang Cristiano sarà chiamato a fare anche da chioccia ai giovani in rosa.
«E’ normale che il mister possa chiedermi di dare il mio contributo nella crescita dei giovani in squadra – dichiara il centrocampista umbro -. Io sono a disposizione per contribuire al miglioramento di tutti».
Due stagioni consecutive con obiettivi uguali, ovvero portare a termine un campionato di vertice, anche se il presidente Gambardella vuole una squadra che non faccia soffrire, ma anche la convinzione di potersi riprendere quello che la sfortuna lo scorso anno ha tolto al Sorrento e all’Alessandria.
«Essere a Sorrento in una squadra ambiziosa e provare a ripetere la scorsa annata è uno stimolo in più a fare bene – conclude Cristiano -. Come l’Alessandria anche i rossoneri hanno perso la semifinale, ma sono convinto che con più grinta e personalità ci rifaremo».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!