Di Gennaro ha le idee chiare: ‘Voglio il Sorrento’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Francesco Di Gennaro, qui con la maglia del Gallipoli

Ancora 48 ore. Non è il remake del film di Eddie Murphy e Nick Nolte, ma il tempo che serve per quadrare il cerchio e capire quale sarà il destino di Francesco Di Gennaro. L’ora “x” scatta martedì quando l’attaccante dovrebbe rescindere il contratto col Verona e, dunque, liberarsi sul mercato. Ancora 48 ore pure per il Sorrento. Il presidente Mario Gambardella mira a chiudere subito la questione, prendendo un centravanti. Se non addirittura due. Perché sabato si va in ritiro a San Quirico d’Orcia e l’allenatore, Sarri, al momento in avanti può contare solo su Carlini.Di Gennaro vuole fortemente il Sorrento. E lo dice senza peli sulla lingua. “L’ho deciso da un pezzo – rivela l’attaccante –. Il resto, sono onesto, non m’interessa tanto. Andare a Sorrento è la cosa più giusta che possa fare. E’ una sensazione a pelle. Che sento dentro, nella testa e nel cuore. La trattativa? Si devono limare certi dettagli, su tutti il divorzio col Verona. Ma penso che non debbano esserci intoppi. Voglio il Sorrento anche perché è stata la prima squadra che, senza chiacchiere, mi ha cercato sul serio proponendomi un progetto ambizioso. Dopo un paio di annate girate male – continua Di Gennaro –, ho una grandissima voglia di tornare protagonista. E ciò lo posso fare soprattutto a Sorrento, che mi dà una chance da cogliere al volo: ambiente sano, grande dirigenza, calore e aria di casa. Sono di Napoli e ritrovare il sapore della mia terra mi potrebbe dare una spinta in più. Spero che a breve ci sia la fumata bianca. E’ vero – chiosa l’attaccante –, il mercato è imprevedibile, può accadere di tutto. Ma Sorrento è la mia scelta. E poi devo anche farmi perdonare dai tifosi. Negli ultimi anni, col Gallipoli, quando ho giocato col Sorrento ho sempre fatto gol”.Eppure Donato Di Campli – procuratore dell’attaccante – fa il diplomatico, mantiene aperta ogni pista e mischia le carte dell’affare: “Sì, il Sorrento è interessato – spiega l’agente –. Ma ci sono anche altre proposte, pure dalla B. Da qui alla firma, sono chiaro, ce ne passa molto. Insomma, non corriamo troppo. Prima di parlare di futuro bisogna trovare l’accordo col Verona per risolvere il contratto. Ci sto lavorando da tempo, solo a rescissione avvenuta vedremo il da farsi. Sorrento? Destinazione molto gradita. Dirigenza solida, di gentiluomini. Ma, ripeto, tante squadre vogliono Di Gennaro”.Il gioco delle parti è servito. Sul centravanti c’è pure il Taranto. Che però lo valuta come un’alternativa. Sul taccuino ci sono prima Girardi (Chievo) e De Gasperi (Cittadella). A seguire Di Gennaro. Non per il Sorrento, che lavora su ogni fronte (Scappini e Zizzari) ma è in netto vantaggio sulla concorrenza.

Fonte: Metropolis quotidiano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!