Sorrento, iscrizione ‘congelata’ per le carenze dell’Italia’. Ma il patron rassicura i tifosi…

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

 

Lo stadio 'Italia' di via Califano (foto: Luigi Penna)

Lo stadio ‘Italia’ di via Califano è stato bocciato, o meglio… rimandato. La Lega Pro, che nella mattinata di ieri ha valutato la situazione-stadi, vincolante per le iscrizioni, ha consegnato un parere negativo sullo stadio costiero alla Commissione Infrastrutture della FIGC. Ciò comporta un ‘congelamento’ per quanto riguarda l’ammissione del Sorrento calcio al prossimo campionato di Prima Divisione. Il rischio della mancata iscrizione, però, sembra scongiurato. Nei giorni scorsi la dirigenza sorrentina, di comune accordo con l’amministrazione comunale, ha provveduto ad ottemperare, seppur con breve ritardo (da qui la ‘bocciatura’ di ieri), alle richieste della Lega Pro per l’adeguamento dell’impianto di via Califano. I lavori di manutenzione hanno interessato il manto erboso (sono state applicate delle strisce di erba sintetica sulle caditoie poste sul perimetro del rettangolo di gioco), la zona-spogliatoi (una parte di essa è stata adibita esclusivamente ad area riservata a televisioni e carta stampata per il post-partita) e la cabina stampa posta nel finale di stagione al lato della tribuna centrale (rimossa, probabilmente, perché non rispettava i parametri di sicurezza imposti dalla Lega).

Esplicati questi piccoli accorgimenti, la società ha già provveduto a produrre il ricorso di rito per le carenze logistiche dello stadio ‘Italia’. A confermarlo è lo stesso presidente del sodalizio costiero, Mario Gambardella, in un’intervista rilasciata al collega Gianni Siniscalchi de ‘Il Mattino’: «Siamo abbastanza sicuri sul fatto che la Lega Pro darà presto l’ok per la nostra partecipazione al prossimo campionato di Prima divisione. Il nostro stadio – ha spiegato il patron – aveva bisogno di piccoli interventi di adeguamento a nuove normative stabilite dalla Lega Pro e tutte le opere sono state fatte eseguire dall’amministrazione comunale nelle modalità previste. Abbiamo già presentato la documentazione sui lavori eseguiti e la riammissione sembra una formalità’.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



One thought on “Sorrento, iscrizione ‘congelata’ per le carenze dell’Italia’. Ma il patron rassicura i tifosi…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!