Sorrento, tutto il mercato ruolo per ruolo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il direttore sportivo Salvatore Avallone (foto di Penisola Sport)

L’insediamento di Maurizio Sarri sulla panchina rossonera ha dato ufficialmente il ‘la’ alle danze del mercato rossonero.

Partito Togni, accasatosi alla corte di Zeman, a Pescara, finiti i prestiti di Camorani, Bonvissuto e del bomber Paulinho e lasciati andare via i calciatori in scadenza di contratto (Mancinelli, Lo Monaco, De Giosa, Angeli, Nicodemo, Esposito e Pignalosa), adesso, inevitabilmente, l’obiettivo primario del direttore sportivo Salvatore Avallone è quello di proiettarsi anima e corpo sul mercato in entrata. Senza considerare i rientri dai rispettivi prestiti di Balzano, Gallo, Greco e Carotenuto (per loro si profilano destinazioni diverse dalla penisola sorrentina), sono solamente quattordici i calciatori a disposizione di mister Sarri. Pochi, troppo pochi. Ecco perché è lecito aspettarsi entro il 22 luglio, giorno della partenza per il ritiro toscano, almeno 5-6 colpi in entrata.

Avallone, di concerto con l’allenatore ed il presidente Gambardella, sta lavorando senza sosta, con più di un occhio alla situazione ‘iscrizioni’: i fallimenti dietro l’angolo della decina di società bocciate dalla Co.Vi.Soc. e impossibilitate a mettere ordine ai conti entro il 12 luglio metterebbe sul mercato un bel po’ di svincolati di lusso. Un po’ come successo l’anno scorso, quando il Sorrento svaligiò il supermarket Arezzo, prendendo, a costo zero, calciatori del calibro di Terra, Erpen e Togni.

PORTIERI. Il reparto degli estremi difensori non subirà modifiche. Dopo qualche perplessità legata alla sua condizione fisica, sarà nuovamente Gegè Rossi a difendere i pali della porta rossonera nella prossima stagione. Dietro di lui Angelo Casadei, che ha ricevuto l’investitura direttamente dal presidente Mario Gambardella. Da valutare la situazione di Fabrizio Pratticò: se dovesse partire (in prestito?), arriverà un altro portiere giovane e con poche ambizioni.

Samuele Romeo, qui con la maglia del Lumezzane (fonte: www.aclumezzane.it)

DIFENSORI. Attualmente i difensori in rosa sono solamente quattro, con il pacchetto arretrato che verrebbe schierato così: Vanin a destra, Sabato a sinistra con Di Nunzio e Terra nella zona centrale. Ovviamente, però, qualcosa arriverà. Almeno un terzino sinistro (o due, se Sarri non considererà la possibilità di schierare Sabato sulla corsia mancina, invece che come centrale), un terzino destro ed un difensore centrale. Per il momento, il nome più caldo per la retroguardia è quella di Samuele Romeo, classe 1989 del Palermo, l’anno scorso in prestito all’Alessandria guidata da Sarri. Il 22enne siciliano, che ricopre alla perfezione sia il ruolo di stopper sia quello di difensore destro, è anche nelle mira del Pavia.

CENTROCAMPISTI. Arriveranno un esterno offensivo e due mediani. Tante le trattative intavolate da Avallone, in particolare per il ruolo di centrocampista centrale, dove attualmente ci sono solamente Marco Armellino e Abdoulaye Niang, che a giorni firmerà il nuovo contratto. Cristiano Camillucci, in forza all’Alessandria, è vicinissimo, così come Gianluca Bacchiocchi, che ha visto scadere il suo contratto lo scorso 30 giugno senza che la Cavese, in piena crisi societaria, gli desse garanzie sul futuro. Resta caldo, comunque, il nome di Luca Tognozzi (su di lui anche Alessandria e Verona), mentre spunta l’ipotesi Gerardo Alfano, della Cavese. Riguardo gli esterni, risolta la querelle Erpen con l’annuncio del prolungamento fino al 2013, e blindati Manco e Corsetti, resta solamente un posto vacante. Posto che sembra essere destinato ad essere ricoperto da Daniele Croce dell’Alessandria. Qualora saltasse l’affare, ci sono in lizza anche Nicola Petrilli della Nocerina, e, secondo indiscrezioni dell’ultim’ora, Paolo Carbonaro, 22enne del Palermo, l’anno scorso in forza al Barletta.

Massimo Ganci

ATTACCANTI. A prescindere da quello che sarà il modulo adottato (4-4-2 o 4-2-3-1), il gioco offensivo di Sarri prevede un centravanti vecchio stampo a fare da boa ed a raccogliere i cross dagli esterni, ed una seconda punta mobile, con buone capacità d’inserimento. Visto che l’unico attaccante in rosa (Massimiliano Carlini) ha le caratteristiche della seconda punta, dal mercato arriveranno sicuramente due centravanti. Per Francesco Ripa, al di là delle smentite di Avallone e del ds della Nocerina, Ivano Pastore, la situazione è congelata: il tecnico molosso Auteri, infatti, vuole valutare prima le condizioni fisiche del nuovo acquisto Gianvito Plasmati. Se l’ariete ex Catania darà le giuste garanzie, Auteri potrebbe anche dare l’ok alla cessione di ‘Spiderman’. Per il ruolo di seconda punta, invece, la pista che porta a Ilyas Zeytulaev del Lanciano si sta affievolendo. Prende corpo, quindi, l’ipotesi Massimo Ganci, 29 anni, che il Pescara ha messo sulla lista dei partenti. Finora un contatto ufficiale non c’è stato, ma può darsi ci sia nei prossimi giorni. Come è altrettanto probabile che non ci sia, visto che, come un avvoltoio, Avallone è pronto a tuffarsi sulle carcasse delle società che, a breve, falliranno.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



One thought on “Sorrento, tutto il mercato ruolo per ruolo

  1. sergio

    Camillucci e Croce al Sorrento…Astarita, mi sembra di avertelo annunciato una settimana fa…..Conosco anche il nome di chi sostituirà Paulinho ,tranquillo,non sarà Bonvissuto…..!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!