Girone D: Merengues straripanti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Meta – Vince in scioltezza la compagine rosso nera delle Merengues che, anche se in formazione rimaneggiata, piazza un eloquente 11-3 contro la malcapitata New Team. Era ancora da decidere chi potesse accedere al secondo turno tra le due compagini, ma alla fine tutto come da pronostico con la compagine dei fratelli Cacace che approda ai quarti chiudendo il girone al primo posto.
Marcello non c’è così Daniele e Vincenzo Basile decidono di ergersi a protagonisti del match e realizzare ben 7 delle 11 reti dei rosso neri. La New Team dopo aver abilmente sorpreso, all’esordio, la Croce Bianca non riesce a restare nel V° Memorial Zio Pino. Le reti di Fiorentino e Rianna rendono solo meno amaro l’uscita dalla kermesse per i bianco blu costieri.
La New team potrà provarci il prossimo anno, mentre per le Merengues si prospetta una sfida interessante contro la compagine vicana del Dream Team nella fase successiva.

MERENGUES – NEW TEAM: 11-3
Marcatori: Vincenzo Basile (4), Daniele Cacace (3), Vincenzo De Gregorio (2),Antonino De Gregorio, Pietro Egro (MERENGUES)Domenico Fiorentino (2), Sergio Rianna (NEW TEAM)
Migliore in campo: Daniele Cacace (MERENGUES)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!