Imola: Tra un’ora il via dell’European Radical Master

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Imola – Manca poco più di un’ora alla partenza di gara 1 della European Radical Master che si svolgerà sull’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola e, nella prima delle due manches, il giovane pilota costiero Michele Esposito partirà dalla pole position delle vetture Radical SR4 con motorizzazione 1600. Nella graduatoria assoluta il driver costiero ha chiuso, ieri, le qualifiche per la prima corsa in tredicesima piazza, immediatamente a ridosso delle più potenti barchette inglesi Radical SR8 che sono accreditate di circa 450 cavalli.
Michele dividerà l’abitacolo con il siciliano Luigi Bruccoleri e lo zio Cataldo Esposito. Infatti, in gara 1 sarà lui a partire con la Radical SR4 dell’Autosport Sorrento e chiuderà, invece, la corsa su quella di zio Aldo.
Nel corso delle qualifiche bagnate di questa mattina non sono andate bene le cose per Michele. Il giovane pilota costiero ha chiuso trentacinquesimo assoluto, ma diciottesimo nella categoria riservata alle 1600 di cilindrata. Nella seconda delle due manches in programma il più giovane della famiglia Esposito invertirà l’ordine dei piloti con cui dividerà l’abitacolo in gara. Infatti, partirà con la macchina dello sceriffo Aldo Esposito e chiuderà la corsa con quella di Bruccoleri. E’ obbligatorio il cambio di pilota nel corso delle gare che avranno la durata di 45 minuti.
Se Giove pluvio dovesse cessare di far venir giù acqua sull’autodromo emiliano di certo gli alfieri dell’Autosport Sorrento potranno dimostrare tutto il loro valore, in quanto era la prima volta per tutti al Dino ed Enzo Ferrari a cui, in corso d’opera,  si è aggiunta la pioggia per l’esordio bagnato su uno dei circuiti storici dell’automobilismo italiano.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!