Telenovela Sarri: è rottura con l’Alessandria, il Sorrento può piazzare la stoccata finale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Maurizio Sarri, con l'Alessandria è rottura

Sta regalando sempre più sviluppi a sorpresa la telenovela legata allo sbarco del tecnico Maurizio Sarri a Sorrento. Dopo essersi promesso al Sorrento, Sarri, nel pomeriggio di ieri, ha incontrato i dirigenti dell’Alessandria. Tutto sembrava fatto. Il tecnico toscano era ad un passo dal ritorno sulla panchina dei grigi. Ed invece, stamattina è filtrata notizia della rottura. Con buona pace del Sorrento, che adesso può piazzare la stoccata finale. A meno che, la telenovela-Sarri non riservi altri colpi di scena.

LA TRATTATIVA Già. Perché la trattativa con Sarri c’è stata. Così come c’è stato il faccia a faccia tra ‘mister 33 schemi’ e Mario Gambardella. Un pomeriggio intero, quello di mercoledì, negli uffici della Gambardella Cash, a Pagani, dove si è parlato del progetto tecnico, di eventuali acquisti, rinnovi e cessioni, ma non si è raggiunto l’accordo sulla durata del contratto. Non un dramma, sia chiaro. Sarri e Gambardella si erano dati appuntamento per oggi pomeriggio, con il patron che pareva essere intenzionato a cedere alle richieste del tecnico.

Mario Gambardella, adesso può piazzare la stoccata finale per portare Sarri a Sorrento

LA TELEFONATA La svolta si è avuta nella mattinata di ieri. Quando il nuovo presidente del sodalizio piemontese ha chiamato il collega rossonero, mettendolo a conoscenza della volontà di trattare con Sarri, precedentemente sedotto e poi abbandonato dalla vecchia proprietà. Una telefonata tra gentiluomini, una sorta di richiesta di lasciapassare chiesta dalla dirigenza alessandrina a Mario Gambardella, che sembra non abbia battuto ciglio, forte delle rassicurazioni che l’incontro con Sarri avevano prodotto.

FUMATA… GRIGIA ‘Siamo a buon punto’. Con queste parole, all’uscita della sede di via Bellini, il consigliere di amministrazione dell’Alessandria, Giancarlo Triggiani, aveva rassicurato, poco dopo pranzo, i cronisti locali sull’esito della trattativa con Sarri. Qualcosa, però, non ha quadrato del tutto. Sarri ha chiesto un nuovo incontro per questa mattina. Incontro che c’è stato, ma non ha prodotto i frutti sperati dalla dirigenza mandrogna.

ROTTURA DEFINITIVA E’ di pochi minuti fa la notizia che l’incontro tra il presidente Cella e Sarri non ha dato gli esiti sperati. Margini per la trattativa non ce ne sono più. E’ rottura definitiva. Il tecnico toscano ha infatti lamentato una mancanza di chiarezza da parte della nuova dirigenza grigia, dalla quale non avrebbe ricevuto le giuste garanzie economiche. Ecco perché, adesso, Sarri è di nuovo vicino al Sorrento. L’incontro, con molta probabilità, ci sarà domani, o al massimo lunedì. Per una nuova puntata della telenovela.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!