A Campobasso si impone Emanuele

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ancora rinviato l'appuntamento con la vittoria per Luigi Vinaccia

Campobasso – Ci teneva a imporsi per la prima volta dell’anno in una prova di campionato Italiano Luigi Vinaccia, ma nel 19 Trofeo Città di Campobasso il successo va al pilota di casa Emanuele Fabio. Nella terza prova del campionato Italiano slalom che si è svolta nel capoluogo molisano, il pilota di casa sbaragalia la concorrenza e conquista la seconda vittoria . Niente da fare per i piloti costieri Sebastiano Castellano e Luigi Vinaccia che si piazzano rispettivamente secondo e terzo nella graduatoria finale.
Il pilota molisano è autore del miglior crono nella terza e decisiva salita ribaltando una classifica che lo vedeva alle spalle di Castellano e dell’amico Luigi Vinaccia.
Gli uomini della Scuderia Autosport Sorrento si sono ben comportati nell’appuntamento di campionato italiano terminado tutti nelle prime quindici poszioni in classifica e riuscendo a imporsi nella classe SPS2.
Ai piedi del podio si piazza il giovane driver massese Mario Gargiulo che alla seconda apparizione nel campionato dopo l’exploit della gara di casa intasca altri punti importanti in ottica campionato. A chiudere la top-ten Maruzio Pepe al volante della Radical SR4 messagli a disposizione dalla scuderia costiera.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!