Fermento per i play-off

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Pensa positivo il patron Mario Gambardella

Sorrento – Il tempo passa, cresce la tensione e si avvicina il momento di scendere in campo per la squadra rossonera di mister Simonelli. Sui portali è già infuocata la sfida tra i tifosi costieri e quelli scaligeri e anche la stampa veneta sta centralizzando l’attenzione su questa delicata semifinale della Prima Divisione di lega Pro.
A tenere banco in casa sorrentina sono le condizioni dell’attaccante Paulinho decisivo nella gara di campionato all’Italia con due reti di ottima fattura, ma che al Bentegodi sarà di certo assente. L’attaccante brasiliano sta recuperando dalla frattura all’omero del braccio sinistro e dal consulto di lunedì si saprà di più sulle sue condizioni e sul suo utilizzo nella semifinale di ritorno.
La cabala non è di certo dalla parte di Simonelli e del presidente Gambardella, ma il massimo dirigente costiero è convinto che il vento sia cambiato.
«Sì, è vero, i playoff non li abbiamo mai vinti. Ma qui a Sorrento il vento è cambiato. Tre anni fa, contro la Cremonese, la finale di coppa Italia fu nostra. Il tabù degli scontri diretti, dunque, è stato finalmente sfatato».
Il Verona è avvertito.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!