Sorrento, Allievi nazionali in trionfo. Battuto il Palermo, adesso gli ottavi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gli Allievi nazionali rossoneri

L’impresa è compiuta. Il Sorrento batte il Palermo 6-5 ai calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi con lo stesso risultato maturato in terra siciliana. I rossoneri, così, volano agli ottavi di finale, dimostrando ancora una volta un grande cuore ed un ineguagliabile spirito di gruppo, vero e proprio asso nella manica degli uomini di Antonio Raiola.

GLI SCACCHIERI Rossoneri in campo con la formazione tipo, schierata con il 4-4-2. A centrocampo le chiavi sono affidate a Raffone, scortato dal dinamismo di Cuomo. Davanti il capitano Gargiulo è affiancato da Somma, che si muove attorno al numero nove costiero. Il Palermo, di contro, si schiera con il 4-3-3, con Bollino, Di Stefano e Zerbo in posizione avanzata.
PRIMO TEMPO Il Palermo inizia meglio dei padroni di casa che si schierano sulla difensiva, favorendo il possesso palla dei rosanero. Il palleggio ordinato  di Compagno nel cerchio di centrocampo crea inizialmente qualche difficoltà ai ragazzi di Raiola che, quando recuperano palla, sono troppo lenti nelle ripartenze. Il predominio territoriale palermitano si concretizza con due tiri verso la porta nel primo quarto d’ora, la prima al 7’ con un calcio di punizione di Compagno dal limite dell’area che impegna Lombardo alla presa in due tempi, la seconda all’11’ con Bollino che di sinistro spedisce il pallone di un soffio a lato al termine di un’azione manovrata costruita sulla corsia di destra. Corsi i primi pericoli, i costieri ritrovano il giusto assetto grazie anche ad un Costabile in forma smagliante che morde costantemente le caviglie dei palleggiatori siciliane, limitandone sensibilmente il raggio d’azione. Bloccate le fonti di gioco rosanero, il Sorrento avanza il proprio baricentro, con Gargiulo che sopporta da solo sulle spalle il peso dell’attacco. Riacquisita convinzione nei propri mezzi, i rossoneri trovano il vantaggio al 28’: Somma recupera una gran palla a centrocampo e con la punta del piede serve Gargiulo che supera nell’uno contro uno Vitale in accelerazione, aspetta l’uscita di Patania, lo salta e di destro insacca a porta sguarnita.
Il gol del bomber rossonero mette in discesa la gara per i padroni di casa che controllano con tranquillità fino a chiusura di tempo.
SECONDO TEMPO Dopo l’intervallo, il Sorrento parte a spron battuto, chiudendo il Palermo nella propria trequarti. Dopo tre minuti l’estremo difensore palermitano è costretto al miracolo su un gran sinistro di Terminiello, bravo a trovare tempi e spazi dopo una lunga percussione centrale. Passano cinque minuti ed è il difensore classe 1995 Monteleone a togliere le castagne dal fuoco con un intervento da applausi su Gargiulo che, servito da Somma, viene bloccato dalla scivolata del palermitano quando era a tu per tu con Patania. Al 21’ altra occasionissima per i padroni di casa con il neo entrato Rubicondo, caparbio nel vincere un doppio rimpallo e stilisticamente perfetto nella conclusione mancina che sfiora l’incrocio dei pali.
Col passare dei minuti, i ragazzi di Antonio Raiola cedono il passo ai pari età siciliani, più reattivi poiché alla ricerca del gol del pareggio. Gol che arriva puntuale al 27’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo che, dopo un incredibile batti e ribatti, premia il capitano rosanero Viscuso che, in netta posizione di off-side, fredda Lombardo. Trovato il fortunoso pari, il Palermo si rende ancora pericoloso a cinque minuti dalla fine dei tempi regolamentari: Raiola perde un brutto pallone nel tentativo di disimpegno, favorendo Compagno che di prima intenzione serve Bollino, bravo nell’eludere l’intervento di Terminiello, ma non altrettanto nella conclusione che si spegne a lato.
EXTRA-TIME Con il risultato che anche al termine dei tre minuti di recupero non si schioda dall’1-1, le due squadre vanno ai tempi supplementari, che si giocano su ritmi blandi, viste le forze spese durante i tempi regolamentari. Così, l’unico acuto dei primi dieci minuti supplementari è un tiro di Gargiulo al 5’, che dal limite strozza troppo il pallone che finisce ampiamente a lato. Ancora il bomber rossonero ci prova a metà del secondo extra-time su calcio di punizione, Patania è attento e in presa plastica blocca il pallone. Dopo due minuti il Palermo rischia il colpaccio con Grippi che lanciato dal cerchio di centrocampo anticipa l’uscita di Lombardo e conclude, Cappiello però è provvidenziale nel suo intervento sulla linea di porta. Nei minuti conclusivi, il Palermo si rende pericoloso con tre tiri dalla bandierina, ma la difesa rossonera tiene come può. Si va ai calci di rigore.
CALCI DI RIGORE Dal dischetto i rossoneri sono impeccabili, vanno a rete Costabile, Iovino, Rubicondo e Federico. Nel Palermo, invece, Compagno si lascia ipnotizzare da uno strepitoso Lombardo. All’ultimo rigore, così, il capitano Gargiulo trafigge Patania. Il Sorrento è agli ottavi di finale, dove affronterà la vincente della sfida tra Empoli e Lazio.

CAMPIONATO NAZIONALE ALLIEVI
RITORNO SEDICESIMI DI FINALE
SORRENTO – PALERMO 6-5 d.c.r. (1-1)
Marcatori: 28’ Gargiulo (S), 27′ s.t. Viscuso (P)
Sequenza rigori: D’Angelo (P) gol, Costabile (S) gol, Compagno (P) parato, Iovino (S) gol, Bollino (P) gol, Rubicondo (S) gol, Viscuso (P) gol, Federico (S) gol, Corniglia (P) gol, Gargiulo (S) gol
SORRENTO (4-4-2): Lombardo; Romano, Raiola (dal 37’ s.t. Cappiello), Siniscalchi (dal 1’s.t.s. Di Franco), Terminiello; Costabile, Cuomo (dal 20’ s.t. Federico), Raffone (dal 34’ s.t. Iovino), Siano (dal 37’ s.t. Nicolai); Somma (dal 13’ s.t. Rubicondo), Gargiulo. A disposizione: Balestrieri. Allenatore: Antonio Raiola.
PALERMO (4-3-3): Patania; Accardo, Monteleone D. Vitale, Viscuso; Corniglia (dal 1’ s.t. Grippi), Compagno, Sanseverino; Bollino, Di Stefano (dal 20’ s.t. D’Angelo), Zerbo. A disposizione: Barcellona, Alongi, Sirigu, Monteleone E. Migliore. Allenatore: Rosario Compagno.
Arbitro: Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore (Genovese/Laudonio)
Ammoniti: Raiola (S), Compagno (P), Costabile (S), Cappiello (S), Sanseverino (P), Gargiulo (S)
Calci d’angolo: 7-8
Recuperi: 2’ primo tempo, 3’ secondo tempo, 0’ primo tempo supplementare, 0’ secondo tempo supplementare.
Note: Giornata soleggiata, temperatura mite, terreno di gioco in erba sintetica. Presenti circa 300 spettatori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!