Il Vico cala il poker Promozione

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La corsa sotto la tribuna dei giocatori del Vico Equense

Vico Equense – Un gavettone collettivo. In sintesi la gioia per la vittoria matematica del campionato è tutta qui. Lucarelli si da alla pazza gioia e dalla sua esuberanza si salva solo il segretario Maffucci, che esce asciutto dall’immane dosa di acqua che si abbatte sul Massaquano.
A far notizia al di là della promozione in Promozione è il goal che il Vico incassa al minuto 37 del primo tempo quando Giugliano appostato sul secondo palo ribadisce in rete una deviazione del portiere Napolitano.
Il Vico gioca sereno sa che può disporre dell’avversario come desidera, ma cerca di segnare subito. Cuomo è in giornata e affonda il colpo. Scarica serve in profondità il numero nove costiero che, elude il fuorigioco, e fredda il pipelet ospite.
Gli azzurro oro vorrebbero controllare, ma il Lettere non ci sta e pareggia con Giugliano su azione nata da calcio d’angolo.
Un piccolo recordo crolla. Infatti, Napolitano e Cuomo (II) non subivano goal in casa dalla decima di andata contro il Toria.
Il Vico vuole andare al riposo in vantaggio. Anogolo per i costieri, guadagnato caparbiamente da Conte, tocco corto per Apuzzo che centra Cappiello è il più lesto di testa e insacca.
Al riposo la squadra del presidente Savarese è in vantaggio 2-1.
Dopo un netto predominio con occasioni sprecate per Izzo, Ruggiero e Del Sorbo i vicani realizzano il terzo goal. Izzo batte una punizione, Apuzzo si libera della marcatura e realizza. Sono le 18:02 del 7 maggio il Vico è matematicamente promosso in Promozione.
A chiudere i conti con il Ristor Lettere ci pensa Izzo che lascia la sua firma sul match. L’attaccante peninsulare, entrato al posto di  Fontanella, elude il fuorigioco e deposita alle spalle di De Marinis.

Campionato Prima Categoria girone E 28ma giornata
Vico Equense – Ristor Lettere 4-1 (2-1)
Vico Equense: Napolitano, Conte, Rapesta, Scarica, Del Sorbo, Scala, Cappiello, Apuzzo, Cuomo (12’st Ruggiero), Fontanella (1′ st Izzo), Lucarelli (35’st Costantino) . All. De Simone Ristor Lettere: De Marinis, Palumbo,Loreto, Capriglione ( 26’st Chierchia) , Giugliano (1’st Romano) Manzo, Giordano, Ruocco, Acanfora, Reis, Di Maio (15′ st Farina) All Vuono
Arbitro: Abate di Frattamaggiore
Marcatori: 13′ pt Cuomo (I)(VE), 37′ pt Giugliano (RL), 42′ pt Cappiello (VE), 30′ st Apuzzo (VE), 40′ st Izzo (VE)
Note. Ammoniti Cappiello

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!