Sorrento, la Berretti si fa prendere a schiaffi dal Latina

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La Berretti del Sorrento

Inizia nel peggiore dei modi l’avventura della Berretti rossonera nella fase finale del campionato di categoria. I ragazzi di Giuseppe Bevilacqua cedono tra le mura amiche 2-0 ai pari età del Latina, compromettendo così la qualificazione al prossimo turno, non ancora persa ma appesa ad un filo sottile causa l’inguardabile prestazione offerta contro i latinensi, apparsi dal primo all’ultimo minuto di gioco i padroni assoluti del rettangolo di gioco di via Califano.

GLI SCACCHIERI Sorrento in campo con il 4-1-4-1, con Mascolo unica punta e Ferraro davanti la difesa, composta da destra verso sinistra da Ferrara, Canciello, capitan Vollono e Breglia. Il Latina di mister Ghirotto, invece, si schiera secondo i dettami del 4-3-3, con il seniores Tortolano che insieme a Pagliaroli e Costagliola compone il tridente offensivo.
PRIMO TEMPO Il Latina inizia a spron battuto e chiude i rossoneri nella propria trequarti fin dai primi giri di lancette. La velocità di Tortolano e le geometrie di Tirelli mandano in tilt il centrocampo dei padroni di casa che gira a vuoto e non garantisce la giusta copertura alla propria retroguardia. A complicare la matassa, già di per sé intricata causa la manifesta superiorità degli ospiti, ci pensa poi un erroraccio di Pratticò che al 6’, su un calcio d’angolo a giro battuto da Tortolano, si addormenta e interviene goffamente sul pallone, favorendo il suo ingresso in porta e servendo così su un vassoio d’oro il vantaggio agli ‘All white’ laziali.
Il gol repentino degli ospiti affossa il morale dei ragazzi di Bevilacqua che non riescono a trovare le giuste misure offensive per scardinare la difesa ospite. Con i rifornimenti per le punte che scarseggiano, il Sorrento è costretto a giochicchiare nel cerchio di centrocampo, offrendo però il fianco agli spunti di Tortolano e Tirelli, veri trascinatori del Latina. Proprio grazie ad un’invenzione del numero dieci laziale, al 28’ Stufa si trova al limite dell’area piccola a tu per tu con Pratticò che si fa perdonare del precedente errore e chiude la saracinesca. Il primo sussulto dei rossoneri, per oltre mezz’ora nettamente in bambola, arriva al 33’ con De Giambattista che in area di rigore fa fuori Vanzari con una finta e di sinistro incrocia troppo il sinistro che termina di un soffio fuori.
Il break dei costieri dura però poco, il palleggio del Latina è più fluido e i centrocampisti di Ghirotto trovano con insistenza i tagli delle punte con passaggi iper-precisi. Così, in chiusura di tempo, gli ‘all white’ vanno vicinissimi al raddoppio con lo scatenato Tortolano che, dopo una percussione letale, smista per Tirelli che davanti a Pratticò si addormenta e favorisce l’uscita bassa dell’estremo difensore calabrese.
SECONDO TEMPO Al rientro dagli spogliatoi i latinensi hanno immediatamente l’opportunità di raddoppiare con Costagliola che scappa sul filo del fuorigioco, elude elegantemente il rientro di Canciello ma da ottima posizione spara tra le braccia di Pratticò. Scampato l’ennesimo pericolo, il Sorrento ha un sussulto d’orgoglio ed in pochi minuti sfiora per due volte il pareggio, prima al 3’ con Mascolo che, innescato da uno schema su calcio piazzato, conclude goffamente ad un pugno di mosche da Pinti e poi, due minuti dopo, con Cardore, il cui rasoterra dal limite dell’area sfiora il palo. Nel momento migliore del Sorrento, il Latina trova il gol del 2-0 al termine di un’azione da manuale del calcio, con Tortolano che parte palla al piede dalla sinistra, si accentra e inventa un passaggio delizioso per Tirelli, freddo quanto basta per appoggiare a Costigliola che da due passi insacca a porta vuota.
Il gol dell’attaccante in camiseta blanca suona come una marcia funebre per i ragazzi di Bevilacqua che non reagiscono ed anzi rischiano l’imbarcata, con il palo che al 23’ dice no al destro a giro dello stupefacente Tortolano, innescato da un contropiede di Tirelli. Nei minuti finali dell’incontro il Sorrento prova timidamente a rientrare in partita, ma lo sforzo è vano e produce solamente un’occasione ghiotta in pieno recupero con Schettino che, da posizione defilata, egoisticamente non appoggia per Pietrovito, meglio appostato, e calcia di destro, trovando l’opposizione di un difensore ospite che ci mette una pezza e sventa la minaccia.
Nel prossimo turno, in programma mercoledì 11, i rossoneri saranno ospiti del Benevento, la terza squadra che compone il raggruppamento 6. Per sperare in una qualificazione che al momento appare miracolosa, capitan Vollono e compagni dovrebbero vincere 3-0 e sperare poi che i sanniti battano il Latina con due gol di scarto nell’ultimo match in terra laziale di sabato 14.

CAMPIONATO NAZIONALE ‘DANTE BERRETTI’ – FASE FINALE
GIRONE 6 –PRIMA GIORNATA
SORRENTO – LATINA 0-2
Marcatori: 6’ p.t. Tortolano, 12’ s.t. Costigliola
SORRENTO (4-1-4-1): Pratticò; Ferrara, Canciello, Vollono, Breglia; Ferraro (dal 41’ p.t. Maresca); Natale, De Giambattista, Cardore (dal 38’ s.t. Alison), Pietrovito; Mascolo (dal 10’ s.t. Schettino). A disposizione: D’Alessandro, Buonocore, Iaccarino, Chierchia. Allenatore: Giuseppe Bevilacqua
LATINA (4-3-3): Pinti; Ltaief, Vanzari, Celli, Schiavon; Tirelli, Stufa, Costanzi (dal 39’ s.t. Chirico); Pagliaroli (dal 37’ s.t. Rufo), Costagliola (dal 29’ s.t. De Rosa), Tortolano. A disposizione: Spilabotte, Di Giulio, Garofalo, Italiani. Allenatore: Marco Ghirotto.
Arbitro: Francesco Strocchia di Nola (Mauro/D’Amato)
Ammoniti: Natale (S), Vanzari (L), Ferrara (S), Schettino (S), Vollono
Calci d’angolo: 4-4
Recuperi: 2’ primo tempo, 6’ secondo tempo.
Note: Giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in erba sintetica. Presenti circa 100 spettatori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!