Le interviste ai protagonisti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Fiorentino contrastato dal capitano Giglio

Sant’Agnello – Doveva vincere è ci riesce la formazione Juniores di mister Ponticorvo che contro i pari età del Piscinola gioca per oltre un’ora in superiorità numerica non riuscendo a chiudere la gara e soffre nel finale quando il portiere Abbruzzese è espulso.
«Siamo stati bravi a staccare la spina del divertimento e attivare quella della gara – commenta Ponticorvo a fine gara -. Era difficile e lo sapevamo, ma i ragazzi sono stati bravi».
Torna anche sull’espulsione del portiere Abbruzzese, che in pieno recupero è stato allontanato dal campo per una frase violenta nei confronti di un avversario.
«Non è possibile commettere una ingenuità del genere – conclude il mister -. Credo di aver perso come minimo trent’anni di vita».
Alle parole del mister si aggiunge anche il capitano Salvatore Coppola. Il centrocampista è stato autore di una grande prova di sostanza e qualità. Stremato dalla fatica, ma contento il capitano che spera di giocare in casa anche la semifinale.

Salvatore Coppola alle prese con l'avversario più difficile, i crampi

« E’ una vittoria fondamentale, siamo in semifinale – afferma Salvatore -. Abbiamo zittito gli scettici. Abbiamo battuto la favorita per la vittoria finale ora non vogliamo fermarci e puntare a vincere il torneo».
Autore di una rete di rapina che ha deciso il match è raggiante l’attaccante costiero Raffaele Fiorentino anche perchè il sorteggio dei quarti non era stato benevolo.
«Ho realizzato il quattordicesimo goal stagionale è sono contento – dice Fiorentino -,ma la cosa più importante è essere riusciti a passare il turno. Puntiamo alla finale dopo aver battuto una squadra molto forte. Speriamo di giocare di nuovo in casa di fronte al nostro pubblico».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!