Evergreen beffato nel fango

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – La classica giornata no per l’arbitro e per i rossoblu dell’Evergreen S.Agnello. Il campo Comunale è in condizioni pessime, a causa delle abbondanti piogge cadute in mattinata, ma la giacchetta nera decide di far iniziare ugualmente la gara ripensandoci poi in corso d’opera, ma tenendo fede alla sua decisioni sulle incessanti proteste della squadra barrese.
Con tante assenze a indebolire i padroni di casa e il campo ridotto a una risaia, l’Evergreen nella prima frazione sfiora la rete del vantaggio in tre occasioni, ma l’imprecisioni degli uomini di Imperato e la buona giornata del pipelet ospite fanno il resto.
In apertura di secondo tempo il sig. Guaglione prova nuovamente a decretare la fine dell’incontro ma giocatori ed allenatore della Barrese non vogliono orami sentir ragioni e si ricomincia.
La dinamica della partita non cambia nei primi 20’, mentre la pioggia aumenta in intensità e le pozzanghere occupano ormai un’ampia porzione del terreno di gioco. Al 10’ Auriola in contropiede ruba il tempo a Cannavale e Verdoliva e si invola verso la porta avversaria ma scivola nell’allungo decisivo facendo tirare un sospiro di sollievo ai padroni di casa. Al 15’ un lungo lancio di Cacciola trova ancora Auriola nel cuore dell’area santanellese ma Milleri è bravo ad uscire dai pali ed anticipare l’avversario. Castellano e Rosa sembrano gli unici ad impensierire la retroguardia barrese ma Di Napoli sembra in giornata di grazia e sventa ancora due nitide occasioni prima su Verdoliva poi su Castellano. Mr. Imperato vuole vincere il match e butta nella mischia anche il bomber Terminiello al rientro dopo oltre due mesi di infortunio. Pochi i palloni giocabili su un campo reso ormai impraticabile dal fango. Al 20’ arriva nuovamente il triplice fischio dell’arbitro. Il centrocampo è ormai un’unica grande pozzanghera, mentre la fascia laterale in prossimità delle panchine non presenta più alcuna traccia delle linee di delimitazione. Stesso dicasi per buona parte delle due aree di rigore. Impossibile proseguire e troppo pericoloso giocare vista la facilità con cui i calciatori scivolano gli uni contro gli altri durante i contrasti di gioco. Mr. Imperato invita i suoi uomini a raggiungere gli spogliatoi, ma mentre l’Evergreen indugia in prossimità delle panchine per ripararsi dalla pioggia intensa, il sig. Guaglione viene accerchiato dall’intera formazione ospite che non ha alcuna intenzione di sospendere l’incontro. Trascorrono 7’ durante i quali l’arbitro prova a spiegare le proprie ragioni, mostrando l’impraticabilità in diversi punti del terreno di gioco. Niente da fare. Gli ospiti non hanno alcuna intenzione di andare via. La tensione sale in campo. Sotto la pioggia battente capitan De Stefano e Narangio E. trattengono più volte il direttore di gara intenzionato a lasciare il campo, finchè questi si vede costretto a lasciar proseguire l’incontro per evitare conseguenze peggiori. Si riprende così a giocare mentre alcuni giocatori di casa che già stavano raggiungendo gli spogliatoi vengono richiamati sul terreno di gioco.
Si ricomincia come prima con lunghi lanci e duri contrasti a centrocampo che non consentono di esaltare le caratteristiche dei padroni di casa. Falcone ed Improta scompaiono nei contrasti dei più fisici avversari, mentre De Gennaro e Terminiello non riescono a sfruttare le proprie doti tecniche. Dopo l’ennesimo miracolo di Di Napoli su Rosa (sicuramente i due migliori in campo) arriva la consueta beffa per l’Evergreen sbilanciato alla ricerca dei tre punti. All’ 89’ Cannavale rinvia a volo per sventare un contropiede avversario, il pallone si impantana sulla trequarti beffando Falcone ed Improta. Il nuovo entrato Di Stinto recupera la palla, si invola verso l’area avversaria e batte Milleri in uscita nonostante il generoso tentativo di recupero di Celentano. Segue l’assedio finale dell’Evergreen, che non trova però la via del gol sprecando prima con De Gennaro e poi con Castellano. Dopo soli 2’ di recupero (a fronte del gol, le 3 sostituzioni, le 4 ammonizioni, e soprattutto i 7’ di interruzione) l’arbitro fischia la fine del match suscitando il disappunto veemente di tutta la panchina santanellese. Sembra ormai lontana per l’Evergreen l’ambita salvezza.

Campionato Seconda Categoria girone L 
Evergreen Sant’Agnello – Rinascita Barrese 0-1 (0-0)
Evergreen S.Agnello: Milleri; Minieri, Celentano, Verdoliva, Cannavale; Castellano, Falcone, Improta; Rosa; DiLeva (60′ Terminiello), De Gennaro. A disp.: Guarracino, Esposito L., Sparano.
Allenatore: sig. Imperato
Rinascita Barrese: DiNapoli, Ariosto, Pace, Narangio C., Rosa, Narangio E., Sentenza (80’ Aprea), Ciaravolo, Auriola (70’ Di Stinto), DeStefano, Cacciola.
Arbitro: sig: Guaglione
Marcatore: Di Stinto (RB)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!