Juniores: Sant’Agnello agli Ottavi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Una gara ricca di emozioni dove il Sant’Agnello in rimonta riesce ad avere la meglio di una ostica Valle Metelliana. I salernitani passano in vantaggio in apertura di secondo tempo, ma vengono superati nell’arco di quindici minuti da Coppola e compagni. Scoppia l’ilarità generale al commento  ironico  del dirigente Caccioppoli: «Senza il presidente si vince sempre». Infatti, il massimo dirigente santanellese era assente per motivi di lavoro, ma è giunto nell’immediato post partita per festeggiare con i ragazzi.
Un primo tempo in cui i santanellesi hanno provato in più di una occasione a mettere il naso avanti nel punteggio, ma Paradiso ha mantenuto i suoi ancorati alla partita con almeno due interventi provvidenziali. Prima Fiorentino, poi Inserra esaltano il pipelet ospite, che respinge le conclusioni dei costieri costringendo le due squadre ad andare al riposo sul parziale di partenza.
«Abbiamo giocato un buonissimo primo tempo – afferma il tecnico Ponticorvo -. Purtroppo non abbiamo sfruttato le occasioni che ci siamo creati non sbloccando il risultato. Ai punti avremmo meritato il vantaggio».
Nella ripresa al primo vero affondo del match i bianco blu di Vigorito passano. Punizione da posizione laterale, la difesa perde la marcatura di Alessandro che di testa beffa Abbruzzese.
Colpiti nell’orgoglio e nel punteggio gli all red costieri si riversano nella metà campo avversaria e agguantano il pari con Scelzo. Spinti anche dal caloroso pubblico presente ai bordi del campo, la squadra del presidente Negri prova a evitare i supplementari.
La svolta – Punizione da metà campo, Schiazzano mette palla nel mucchio, ma la traiettoria è prolungata dal vento e tradisce il portiere metelliano insaccandosi all’incrocio. E’ festa grande per il tecnico Ponticorvo e tutta la squadra che con calma amministra il vantaggio anche nei cinque minuti di recupero.
«Alla prima occasione  – conclude il tecnico – ci hanno fatto goal, sono stati bravi i ragazzi che in rimonta hanno ribaltato la partita portandosi a casa un successo meritato».

Campionato Juniores Sedicesimi di finale Campania
F.C. Sant’Agnello – Valle Metelliana 2-1
F.C.Sant’Agnello: Abruzzese, Inserra C, D’Esposito, Coppola, Russo, Schiazzano, De Maio, Inserra V (st Maresca), Scelzo (st Iaccarino), Macarone, Fiorentino. A disposizione: Palomba, Langella, Castellano, Guarino, D’Angiolo.
Allenatore: sig. Ponticorvo
Valle Metelliana: Paradiso (st Senatore G), Gigantino, Laudato, Pisapia, Trapanese, Salsano E (st Santoriello), Memoli, Ardento, Alessandro, Salsano A ( st Di Martino), Sorrentino (st Lamberti). A disposizione: Senatore T, Ardito, Polacco.
Allenatore: sig.Vigorito
Marcatori: 5’st Alessandro (VM), 15′ Scelzo (SA), 30’st Schiazzano (SA)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!