Basket U15F: Fortitudo fine della corsa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Napoli – Si ferma ai quarti il sogno della fomazione Under 15 femminile della Fortitudo Sorrento di coach Paolillo, che cede contro la Mini Basket Battipaglia giocando alla pari per due quarti, ma cede nel finale anche a causa della panchina corta. Le lacrime che seguono il termine della gara sono solo il frutto della fine di un percorso che le ragazze hanno incominciato cinque anni fa con coach Marco, che era all’ultima gara con le atlete in casacca bianco verde.
«Abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità per provare a battere Battipaglia – afferma Paolillo -. Purtroppo ci son stati fatali gli ultimi due quarti».
All’intervallo lungo, infatti, le costiere inseguono di soli otto punti le battipagliesi, ma quando ancora una volta le salernitane aumentano i ritmi dell’incontro è buoi pesto per la Caneri e compagne.
«Battipaglia ha fatto una gara intelligente – spiega coach Paolillo – venendoci a pressare a tutto campo facendoci stancare molto e perdere di lucidità, poi la panchina corta ha fatto il resto. Le assenze della Cangiano e della Cacace hanno pesato tanto anche se non abbiamo nulla da rimproverarci».
L’unico rammarico non imputabile alla squadra sorrentina è stata la formula delle fasi finali in cui alle biancoverdi, vincitrici del proprio girone è toccata forse una delle migliori terze piazzate, anche se nella prima fase Battipaglia aveva chiuso al primo posto la regular season.
«Al di là della grande prova di maturità fatta  dalle ragazze – continua il coach -, resta il rammarico di uan formula che ci ha costretto ad affrontare nei quarti una delle tre squadre più forti della Campania».
A fine gara tante lacrime segnavano il volto delle atlete costiere, sia perchè era la fine di un cammino iniziato cinque anni fa, sia perchè Marco Paolillo, il tecnico che ha diviso con le ragazze un quinquennio di emozioni al termine della stagione andrà via.
«Le lacrime di tutti erano solo quelle di chi è consapevole che finisce un ciclo durato cinque anni – conclude Paolillo -,  in cui io e le ragazze siamo cresciuti insieme, ma sono contento di quanto fatto».

Basket Under 15 femminile Quarti di Finale Campania
Mini Basket Battipaglia – Fortitudo Sorrento 67-49
(20-14 37-25 53-38).
Fortitudo Sorrento: Caneri 20, Iaccarino 5, Abagnale 1, Russo 25, Maresca, Coppola, Massa, La Via, Cangiano, Cacace.
Allenatore: sig. Paollilo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!