Pasqua al Dance Up!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Manuela Aiello, Silvio Oddi e Valeria Esposito

Lo sport non si ferma mai, neanche per le feste comandate. Per quanto riguarda la danza spesso si approfitta dei giorni di festa per organizzare stage e corsi di aggiornamento per gli insegnanti. Senza dubbio il più importante evento dedicato alla danza durante il periodo pasquale è il Dance Up, lo stage internazionale di danza organizzato dalla I.D.A. (International Dance Association). Lo stage si è svolto come da tradizione da sabato 23 a lunedì 25 aprile presso la sede del Centro Studi La Torre di Ravenna. Un grande appuntamento tecnico per perfezionarsi nei vari stili della danza, dal classico al modern-jazz, dal contemporaneo all’hip hop.

Gli insegnanti presenti quest’anno sono tutti dei grandi nomi del mondo della danza: Claudia Bosco, Silvio Oddi, Virgilio Pitzalis e Carla Rizzu per il modern-jazz, Theresa Ruth Howard e Massimiliano Scardacchi per il classico, Corinne Lanselle per il contemporaneo e Daniele Baldi, Kris e Marvin per l’hip hop.

All’edizione di quest’anno hanno partecipato le due giovani direttrici della scuola Academy Musical & Danza, con sede in Sant’Agnello, Ida De Vivo e Valeria Esposito che hanno preso parte a questo evento con Manuela Aiello, loro allieva e vincitrice della borsa di studio per la danza moderna assegnata alla fine dello scorso anno accademico dalla scuola.

Ida e Valeria, alla loro seconda esperienza con il Dance Up, ci hanno parlato di come gli insegnanti siano veramente bravi e coinvolgenti.

Primo fra tutti Daniele Baldi, nome molto conosciuto nel panorama dell’hip hop italiano. Attualmente è il direttore artistico del settore danza nel Centro Sportivo Eschilo 1, insegna alla Kledi Academy e al Balletto di Roma. Inoltre è direttore artistico e docente dell’Hip Hop School organizzato dalla I.D.A., nonchè del settore hip hop della scuola “Deha” di Steve La Chance a Ravenna.

Le sue coreografie sono sempre piene di energia e di entusiasmo, proprio come lui. Nel momento del montaggio, Daniele presta moltissima attenzione alla musica, per sentire anche il minimo suono e darne il massimo risalto con i movimenti del corpo. Le musiche da lui scelte sono varie, da quelle più tipicamente hip hop come Down on me di Jeremih feat 50 Cent a quelle più inusuali come River flows in you di Yiruma, ma tutte si prestano perfettamente per le sue coreografie insolite e straordinarie.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Per il modern-jazz abbiamo avuto la fortuna di assistere ad alcune lezioni di Silvio Oddi.

Oddi ha un passato televisivo, è infatti stato primo ballerino di diversi programmi televisivi di successo. Ha però deciso di volere qualcosa di più, e si è lasciato alle spalle la carriera televisiva per dedicarsi più intensamente alla danza. Altra sua passione è lo yoga, che include anche nei suoi riscaldamenti. Ogni sua coreografia racconta una storia, perché per lui si deve danzare per un motivo, per esprimere qualcosa, spesso con l’aiuto delle storie raccontate dalle canzoni da lui scelte. Durante il suo corso avanzato al Dance Up ha montato due coreografie, una per singoli ed una a coppie, ricca di prese. Soprattutto durante il montaggio di quest’ultima è emersa anche la sua simpatia e la sua grande creatività.

Ida De Vivo con Theresa Ruth Howard

Simpaticissima l’insegnante di classico, Theresa Ruth Howard, che ha girato mezzo mondo facendo tantissimi stage di classico econtemporaneo (al Dance Up ha tenuto una sola lezione di contemporaneo), che pur non parlando un italiano perfetto, si è fattacapire benissimo dalle sue allieve facendole anche divertire. Quando non viaggia per il mondo insegna presso The Ailey School di New York.

Bravissima anche Claudia Bosco, insegnante di modern-jazz, che ha prestato particolare attenzione a tutti coloro che hanno partecipato alle sue lezioni, girando per la sala e fornendo aiuti e suggerimenti ove necessari. Claudia è docente dell’IDA BALLET ACADEMY e della DEHA BALLET SCHOOL, entrambe di Ravenna e sotto la direzione artistica di Steve La Chance.

Non abbiamo avuto modo di osservare tutti gli insegnati all’opera, visto il ricco programma, ma i diversi ragazzi con cui abbiamo parlato ci hanno parlato con entusiasmo degli altri insegnanti e di quello che hanno fatto durante le lezioni.

In definitiva il Dance Up è un’esperienza da provare sicuramente!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!