Volley Ball addio sogni di gloria

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Arzano – Avevano iniziato a crederci anche i giovani ragazzi della Volley Ball Meta ai play-off, infatti, sembrava che un sogno potesse diventare realtà, ma il risveglio è stato di quelli più brutti e lascia il sapore amaro e acre del limone che brucia le ferite la sconfitta al tie-break contro Arzano.
Una partenza è stata ad handicap, ma il ritorno nel match dei peninsulari sontuoso e devastante come le movenze di una tigre in caccia. Longobardi e compagni non vogliono svegliarsi e per l’Arzano il secondo set è più un incubo che un parziale di gioco di volley. Infatti agli all blu riesce praticamente tutto, ai padroni di casa nulla e il 25-9 in favore degli ospiti e sin troppo chiaro.
«L’avvio è stato sottotono – afferma Gargiulo -, ma nel secondo e terzo parziale siamo stati pressoché perfetti non lasciando nulla al caso e vincendoli meritatamente, peccato per aver gettato alle ortiche la partita ».
Il rammarico è tanto per il mister, sarà di certo maggiore per chi va in campo e vede sfumare l’obiettivo per cui si è dato tanto, ma ai costieri si spegne la luce e l’Arzano ritorna prepotentemente nel match.
«Nel quarto parziale abbiamo pagato a caro prezzo un disastroso periodo in ricezione quando eravamo in vantaggio di cinque punti – spiega Gabriele -. Lì probabilmente abbiamo perso set e partita, anche se loro hanno davvero difeso molto bene qualunque pallone riusccissimo a non mettere giù con prepotenza. Infatti, calate le nostre percentuali in attacco sono usciti loro con l’esperienza e hanno vinto i restanti due set».

Volley Campionato serie C girone A
Trincar Arzano – Volley Ball Meta 3-2
(25-20; 9-25; 18-25; 25-23; 15-13)
Volley Ball Meta:  Amitrano, Amura, Astarita, Cappanera, Giglio, Lauro A, Lauro C, Leone, Longobardi (k), Russo, Staiano F, Mastellone (L), Marciano (L).
Allenatori: sig. Gargiulo – sig.ra Cilento 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!