Il siparietto di Paulinho: ‘Mancano quattro partite’ E i play-off? ‘Vediamo…’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Paulinho, il bomber rossonero

Con la sua doppietta ha appena regalato tre punti al Sorrento che permettono di allungare a sei i punti di vantaggio sull’Alessandria terza, ed a diminuire a sette le lunghezze di distanza dal Gubbio capolista. A ciò si aggiunga che le sue due reti, entrambe di pregevolissima fattura, gli hanno consentito di rimpolpare ancor di più il suo già consistente bottino di reti in stagione che, con 24 reti in 28 partite, lo incorona come re dei bomber di tutta la Lega Pro. Insomma, di carne a cuocere ce n’è parecchia, così come sarebbero parecchie le motivazioni per iniziare una prosopopea lunghissima della stagione, la più prolifica di tutta la sua carriera. Paulinho, invece, è capace di conservare quella straordinaria dose di umiltà che è alla base del suo successo in maglia rossonera: ‘Sono felice per le due marcature di oggi, (ieri per chi legge, ndr) – esordisce il bomber brasiliano – ma ancor di più perché le mie segnature hanno permesso alla squadra di concludere con una vittoria una settimana carica di tensioni. In più, il Verona, che è una buona squadra, ci ha messo in difficoltà fin dai primi minuti: ecco perché sono entusiasta di aver aiutato la squadra a reagire’. Modestie a parte, Paulinho quasi arrossisce quando gli si fa notare che le due sue prodezze non sono degli ‘euro-gol’, ma dei ‘mundial-gol’: ‘Sto attraversando un momento magico, – confessa l’attaccante rossonero – ma il merito è di tutta la squadra, che sta veramente bene. Dobbiamo acquisire maggior consapevolezza della nostra forza e remare tutti, indistintamente, insieme al mister Simonelli. Solo così possiamo dare continuità a questi importanti risultati’. Premiato prima della partita dal presidente Mario Gambardella come miglior realizzatore straniero di tutta la storia della Lega Pro (con la tripletta al Pavia, Paulinho aveva superato il record del franco-algerino Ghezzal di 22 gol nel campionato 2007/2008 con la maglia del Crotone), adesso per il carioca di Caxias Do Sul nel mirino c’è un altro record, quello del maggior numero di gol segnati in Lega Pro, appartenuto ad Andre Deflorio che nella stagione 1999/2000 mise a segno 28 centri in 31 partite: ‘In realtà non mi interessa.  – chiosa Paulinho –  Poi, numeri alla mano, dovrei segnare 5 gol in 4 partite…’ ‘Ci sono anche i play-off’, gli fa notare qualcuno. Lui ride. ‘Vediamo…’. E se ci crede lui…

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!