Renato Gambardela si coccola la sua Berretti: ‘Bravi ragazzi, i play-off testimoniano un grande gruppo’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il presidente del settore giovanile rossonero, Renato Gambardella

Il pareggio casalingo a reti bianche contro la capolista Milazzo ha dato alla Berretti rossonera la certezza matematica della qualificazione alla seconda fase. A fine gara Renato Gambardella, presidente del settore giovanile del Sorrento, è raggiante nel suo commento: ‘Mi congratulo vivamente con tutti i ragazzi, con l’allenatore Giuseppe Bevilacuqa e con tutto lo staff tecnico per il raggiungimento di questo importante traguardo. L’approdo ai play-off è frutto di un lavoro cominciato in piena estate, quando in fretta e furia il direttore Giuseppe Borrello ha allestito questa squadra, arricchendola poi, a stagione in corso, di elementi validi che si sono amalgamati subito nell’ambiente. A prescindere dai valori tecnici, di questo collettivo ho sempre apprezzato la coesione del gruppo: anche chi, per svariati motivi, durante l’anno si è accomodato in panchina ha sempre remato nella stessa direzione degli altri, senza mai creare malumore all’interno dello spogliatoio’. Il campionato, però, non è ancora finito. Dopo la pausa per le festività pasquali, infatti, il Sorrento sarà ospite del Siracusa per l’ultima giornata di campionato: ‘Anche se la qualificazione è già in tasca – precisa Gambardella – mi auguro che i ragazzi giochino con determinazione anche in Sicilia. D’altronde, un risultato positivo, accompagnato dai passi falsi di Cavese e Salernitana, che ci precedono, ci permetterebbe di terminare il campionato in seconda posizione ed avere la possibilità di essere inseriti nel mini-girone successivi con squadre che hanno terminato i loro raggruppamenti in terza e quarta posizione. Al di là delle squadre che affronteremo, il Sorrento giocherà comunque senza alcun timore reverenziale’. La qualificazione della juniores rossonera è l’assist perfetto a Renato Gambardella per tracciare un primo

La Berretti rossonera

bilancio dell’annata dell’intero settore giovanile: ‘Oltre ai ragazzi allenati da Bevilacqua – commenta il numero uno del vivaio rossonero – è doveroso citare anche gli Allievi nazionali che domani, con la qualificazione già in pungo, difenderanno in casa della Nocerina il loro secondo posto e i Giovanissimi Nazionali che, nonostante non siano riusciti a raggiungere la quinta posizione, l’ultima utile per raggiungere i play-off, hanno comunque disputato un gran girone di ritorno con Maurizio Amato in panchina. Meritevoli di lode anche gli Allievi e i Giovanissimi regionali che hanno già concluso i loro campionati, con risultati molto importanti’.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!