Piano Pizzeria Lucia – San Giovanni Battista 3 – 2

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sul campo di Montepertuso, si disputa l’ennesimo derby di questo girone L tra Piano Pizzeria Lucia e San Giovanni Battista. Una partita che sulla carta, non doveva avere eccessive difficoltà per i rossoblu di Massaquano, si trasforma in una debacle assolutamente inaspettata.
Nel primo tempo si vede una sola squadra in campo. Gli ospiti dominano nettamente la partita e dopo venti minuti di attacchi, al 22 si portano in vantaggio con Esposito. Cinque minuti dopo, Del Gaudio arrotonda la cifra ed è 2-0. Fioccano le occasioni perla sola squadra vicana, che al 35 colpisce un palo a portiere battuto con Di Paola. Nulla lascia presagire quello che succederà nella ripresa. Al 50  infatti si riapre la partita, quando Maresca insacca alle spalle di Savarese direttamente dal calcio d’angolo, probabilmente aiutato dal forte vento. Il San Giovanni accusa il colpo e la squadra di Iannone si fa pericolosa. Appena cinque minuti ed è ancora il Piano Pizzeria a sfruttare un calcio di punizione dal limite accordato dal direttore di gara, magistralmente trasformato da De Angelis. In soli 10 minuti, partita ribaltata, gli ospiti in bambola, i carottesi all’attacco per tentare i colpaccio. Ma gradualmente i rossoblu si riportano all’attacco, con ripetute e pericolosissime azioni ad opera di Esposito, Piccolo, Macrì, Del Gaudio, ma un superlativo Milo (in giornata di grazia) abbassa la saracinesca. Al 75 Esposito supera con un colpo di testa l’estremo del Piano Pizzeria, ma un difensore carottese salva sulla linea. Quando l’arbitro accorda 4 minuti di recupero, gli ospiti si rovesciano in attacco, ma la porta è stregata: in una  respinta della difesa locale, Coppola si invola verso la porta , sfugge a Guida e insacca con un pallonetto alle spalle di Savarese. E’ una vittoria importantissima per la squadra di Iannone( in chiave salvezza) che nelle ultime partite si è resa protagonista di ottime prestazioni contro squadre di caratura, sulla carta , sicuramente superiore. Una battuta d’arresto inaspettata (specialmente dopo il primo tempo) della squadra vicana, non certamente un buon viatico per i prossimi due difficili impegni in casa, contro Atletico Stabia e Virtus Portici.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!