La Fortitudo è come il vino, Marino:”Un’ottima annata”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – «Un bilancio positivo», proprio come un’annata di ottimo vino. Sono queste le prime parole del coach Mario Marino al termine della fase finale Regionale della Under 17 Open, in cui la Fortitudo Sorrento ha raggiunto un insperato quarto posto finale. Partito senza assilli il gruppo guidato da Marino è andato via via crescendo, raggiungendo la seconda posizione in graduatoria alle spalle della Nuova Pol. Stabia. Un cammino che ha visto Esposito e compagni riuscire a stupire lo stesso tecnico.
«Siamo andati al di là delle nostre aspettative – commenta coach Marino -. Il campionato è stato equilibrato e noi siamo stati bravi a chiuderlo al secondo posto anche perchè temevano l’impatto che potesse avere sul gruppo».
Non finirà qui l’avventura dei ragazzi costieri nella categoria Open. Infatti, a parte alcuni elementi che passerrano con la under 19 il gruppo è formato da tutti classe ’95, che avranno a disposizione anche la prossima annata per provare a migliorare l’onorevole quarto posto con cui si è chiusa questa stagione. Sull’avventura nelle fasi finali Regionali il tecnico Mario Marino è comunque soddisfatto di quanto fatto dai suoi anche se ha già capito qual è l’elemento da migliorare.
«I ragazzi hanno fatto una buona esperienza arrivando sino al termine della manifestazione . Ci siamo giocati le due gare al meglio delle nostre possibilità, ma in alcuni casi gli episodi possono essere determinanti. L’aspetto da migliorare è quello mentale perchè abbiamo sofferto troppo l’impegno».
I bianco verdi sono stati sconfitti con lo stesso identico distacco in semifinale e finale, 12 punti, ma puniti più da un loro black out complessivo, che dalla superiorità degli avversari.
«In entrambe le gare  – spiega Mario – siamo mancati sotto l’aspetto mentale in un quarto lasciando spazio agli avversari e subendo il parziale che ha deciso il match. Se nella semifinale ci si aggiunge anche il clima casalingo il gioco è fatto. I ragazzi non erano pronti a reggere questa pressione, ma si può solo trarre insegnamento dagli errori».
 Marco Paolillo, il coach che ha cresciuto l’attuale under 17, saluta i suoi ragazzi. Infatti al termine della stagione partirà alla volta di Parigi, ma non può dimenticare una squadra che gli è rimasta nel cuore.
«Ero particolarmente emozionato perchè era l’ultima gara ufficiale con loro – afferma Marco -. Tutta la squadra mi è rimasta nel cuore. Li ho trovati ragazzi di undici anni e li lascio adolescenti».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!