Nel derby non vince nessuno

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Come sempre un derby, acceso, vibrante e spettacolare. Sebbene fosse una gara di Seconda Categoria, Evergreen e Sporting danno vita a una buona partita da ritmi sostenuti con occasioni da ambo le parti. Più nitide quelle dello Sporting, mentre l’Evergreen ci ha provato con tiri dalla distanza. Alla fine un pareggio che consente ad ambo le squadre di poter rincorrere ancora la salvezza. Un primo tempo che parte lento per poi accendersi nel finale quando lo Sporting ha l’occasione per passare con Liguori, che fallisce incredibilmente da pochi passi.
Nella ripresa tre occasioni per parte. Inizia lo Sporting che preme sull’acceleratore. Liguori si libera al limite, ma calcia fuori. Sempre il numero dieci ospite prova a impensierire la retroguardia di casa. Infatti, liberatosi in area cerca sul secondo palo il compagno di reparto Manzo che a porta vuota arriva in ritardo sul pallone e in scivolata manda fuori.  Liguori vuole griffare il successo dei biancoverdi, ma il colpo di testa alla mezz’ora di gioco termina tra le braccia di Milleri.
Si sveglia l’Evergreen. Castellano si libera al limite e calcia, Iervolino in volo mette in corner. La gara è spezzettata dai tanti falli, ma i tre punti fanno gola a entrambe le squadre. Il numero undici rossoblu si libera ai trenta metri e calcia, la palla ha un rimbalzo velenoso e il pipelet ospite mette in agolo con affanno. Nel finale dopo l’espulsione di verdoliva lo Sporting prova a vincere, ma l’Evergreen non corre rischi. Un punto ciascuno e classifica corta ancora tutto aperto per la salvezza.

Campionato Seconda Categoria girone L
Evergreen Sant’Agnello – Sporting Grifo 0-0
Evergreen: Milleri, Coppola, Celentano, Verdoliva, Cannavale, Improta, Minieri (23’st Federico), Rosa, Balducelli, Falcone, Castellano.  A disposizione: Guarracino, Esposito L, Di Leva, Pappalardo, De Gennaro, Sparano.
Allenatore: sig. Imperato
Sporting Grifo: iervolino, Fatigati, Cafiero, Gargiulo P, Miccio, Scapini, Galano (35’st Ricciardi), De Vita P, Esposito, Liguori, Manzo. 
A disposizione: Rossi, Savino, Porzio, De Maio, Lauro, De Vita L.
Allenatore: sig. De Vita L. 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!