La Msc cede al Brolo con onore

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Era una gara dalle mille insidie quella contro la Brolo Messina, ma a parte un inizio sottotono la MSC Volley Sorrento cede con onore seppur il parziale dica tre set a zero in favore dei siciliani. Una gara con stati d’animo completamente diversi, i siciliani in lotta per un posto ai play-off, i costieri ampiamente salvi a fare da rompiscatole.
Senza il tecnico Paolo Russo alle prese con le Nazionali giovanili, il gruppo guidato da Ricciardello ci impiega poco per mettere in difficolta i padroni di casa. Nel primo parziale, infatti, partenza lanciata per i baicno blu costieri che costruiscono un piccolo vantaggio, ma Vega e compagni rimontano e annichiliscono i sorrentini chiudendo il set 25-19.
Si cambia campo e sembra cambiare la musica. La Msc è tonica e brillante passando a condurre il match. I costieri hanno in mano le briglie del set sino al secondo time out tecnico dove vanno al riposo sul 16-11. Sono cinque i punti di vantaggio, che nel volley sono utili, ma non troppo. Si ci mettono anche gli arbitri a complicare le cose e riportano sotto Messina consentendo ai siciliani di  piazzare un break e rimontare portandosi avanti 20-18. Nel punto a punto finale due dubbie decisioni arbitrali con gialli a capitan Ricciardello e all’opposto scialò consegnano il set ai siciliani (25-22).
«E’ incredibile che a Messina mandino per una gara degli arbitri di campionato della stessa regione a noi non capita mai in Campania – attacca l’opposto Scialò-. Hanno regalato a Brolo, che di per se è molto forte il secondo parziale, con alemno quattro decisioni assurde».
Nel terzo parziale che si rivelerà decisivo ancora una volta partenza lanciata del Brolo, che conduce sempre di almeno due punti. Al secondo time out tecnico i siciliani sono avanti 16-14. La Msc non si scompone anche quando il vantaggio aumenta a cinque punti, gioca palla dopo palla e si riporta sotto sul 23-20. Brolo si gioca tre match ball, che i costieri annullano alla grande, ma quando la gara sembra poter andare ai vantaggi gli ospiti staccano la spina e consegnano la gara ai padroni di casa.
«E’ stato molto difficile giocare oggi – conclude Scialò -. Purtroppo Brolo voleva vincere e ha pressato tanto in battuta costringedoci a giocare spesso palla staccata da rete. In alcuni momenti abbiamo sofferto anche nel cambio palla, ma in alcuni frangenti le scelte arbitrali sono state assurde».

Campionato Volley Serie B1 girone C
Brolo Messina – Msc Volley Sorrento 3-0
(25-19; 25-23; 25-22)
Msc Volley Sorrento: Costa, Ricciardello, Benedetto, Panetto, Lauro, Esposito (L), Astarita, Cuccaro, Scialò, Amitrano (L), Miccio, Bassi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!