Simonelli:”Ho visto l’atteggiamento giusto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Rilassato e concentrato mister Simonelli in conferenza stampa non si sbilancia sul futuro a breve termine dei rossoneri. Infatti, per il professore di Saviano non è un’assillo la mancanza della vittoria in trasferta.
«Ci attende – sottolinea l’allenatore rossonero – un impegno difficile perché incontriamo una buona squadra, che vuole salvarsi a tutti i costi, che all’andata, al campo Italia, mi fece una buona impressione».
Il match in questione per la cronaca finì sullo 0-0, ma dopo la sosta torna di attualità la mancanza di vittoria in trasferta per la squadra costiera, per il tecnico però l’aspetto da sottolineare è un altro, l’atteggiamento con il quale il Sorrento affronterà i lombardi.
«Bisogna essere pronti a lottare col coltello tra i denti – spiega il trainer costiero -, dare l’anima e sacrificarsi fino all’ultimo. La vittoria non è un assillo. Fuori casa stiamo andando meglio come dimostrano le trasferte di Ferrara e Pagani».
Ancora una volta dopo la vittoria, con il Lumezzane,  è giunta la sosta a spezzare il ritmo, ma il tecnico è fiducioso.
«Abbiamo lavorato con intensità – dice Simonelli -. I ragazzi li ho visti tranquilli e credo che a Pavia si possa fare una buona prestazione».
Della nuova penalizzazione inflitta a Salernitana e Alessandria viene informato direttamente dai giornalisti, a cui l’allenatore risponde con un secco: «Ma non me ne frega niente. Adesso ho in mente solo la trasferta in Lombardia contro il Pavia».
Il discorso cade sempre sul Gubbio capolista, che precede i costieri di otto lunghezze, ma il professore di Saviano è abile come sempre a glissare sull’argomento spostando l’attenzione sulla prossima gara e sulla filosofia che accompagna il Sorrento nel finale di campionato, ovvero, vivere alla giornata.
«Si deve andare avanti alla giornata, concentrandoci solamente su noi stessi e sulla trasferta di Pavia» afferma Simonelli. Che, sulla formazione, rimane ermetico. «Erpen ha recuperato ed è disponibile. Giocherà dall’inizio? Non lo so, vedremo» chiosa Simonelli che deciderà i probabili undici dopo la rifinitura odierna al campo Italia.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!