Volley Ball: La dura legge della Marone, Benevento ko

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Meta – Impresa della giovane Volley Ball, che si impone per 3-1 contro la capolista Benevento. Una gara vibrante che Astarita e compagni disputano dopo aver superato brillanetemente nei quarti U18 provinciali la Ediltutto Pomigliano. La legge della Marone è fatale questa volta al Benevento, che dopo la Vemati ci lascia le penne. Sono scatenati gli “all blu” costieri che mettono in evidenza un Astarita formato B1 per avere la meglio degli stregoni giallorossi.
Primo set con i padroni di casa che partono fortissimo, prendono un margine di cinque punti e amministrano e aumentano il gap sino a imporsi meritatamente di dieci 25-15 con Astarita.
Secondo set a parti invertite con Benevento che prende subito un buon vantaggio complice l’incapacità metese di evitare errori in battuta. Ci provano Longobardi e compagni a rientrare quando ormai è troppo tardi e dopo aver annullato tre palle set cedono 17-25.
Punto a punto e tanto equilibrio sino all’otto pari, poi break di sei punti per gli “all blu”, che viene mantenuto dai padroni di casa grazie alle schiacciate di capitan Longobardi e ai muri di Carmine Lauro. Al secondo set point è proprio il centrale con il numero sei a mettere giù il pallone che assegna il terzo set alla Volley Ball.
La partita non smette di dare emozioni al pubblico presente alla Marone, così nel quarto e decisivo parziale dopo un break di tre punti che porta i ragazzi di Gargiulo avanti di tre (11-8), ma Benevento non si arrende e riprende a macinare punti e gioco impattando a tredici. La gara è spettacolare i giovani costieri sono esaltati e difendono tutto così come i beneventani che in difesa rendono la vita dura ad Astarita e compagni. Sembra finita quando gli ospiti si portano avanti di due (20-22), ma mister Gargiulo chiama time out e Meta impatta a 23. Dopo aver annulato una palla set, gli “all blu” giocano i palloni importanti con Longobardi e Astarita, ma al terzo match ball è il palleggiatore Leone che con un muro chiude il match.

Volley Campionato Serie C girone A maschile
Volley Ball Meta – Benevento 3-1
(25-15; 17-25; 25-16; 29-27)
Volley Ball Meta: Amitrano 3, Amura 5, Astarita 24, Cappanera, Giglio, Lauro A, Lauro C 10, Leone 1, Longobardi (k) 14, Russo, Staiano F, Mastellone (L), Marciano (L).
Allenatori: sig. Gargiulo – sig.ra Cilento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!