Basket U19M: Fortitudo la politica dei piccoli passi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Angri – Era una prova di maturità che la Fortitudo Sorrento supera con due grandi ultimi quarti nei quali spacca la partita e si impone continuando la sua rincorsa alla seconda piazza alle spalle della Pro Loco scafati A. Voleva una prova di forza il coach Mario Marino e l’ha ottenuta.
«Non sono contento dell’atteggiamento che abbiamo messo in campo – commenta coach Marino -. Non era quello giusto, ma la cosa importante era vincere e ci siamo riusciti».
Dopo un primo quarto in cui la squadra di casa riesce a tenere testa ai bianco verdi costieri, nei secondi dieci minuti la Fortitudo sembra subire il solito calo da trasferta, ma con un Somma in grande spolvero, 34 punti e cinque triple a referto, piazza un parziale di 30-19 che mette la gara in discesa per i giovani del presidente Peraino.
«La chiave tattica della partita è stata la nostra pressione a tutto campo – spiega Mario -. Li abbiamo costretti a sbagliare tanto e ad aprirsi approffitandone al meglio».
Alla squadra costiera non resta che controllare nell’ultimo quarto il possibile ritorno dei padroni di casa e intascare tre punti molto importanti in vista del concitato finale di campionato.
«E’ importante finire il campionato al secondo posto per affrontare i play-off in tutto un altro modo – conclude coach Marino -. I ragazzi devono capire che ancora non è stato fatto nulla e il risultato è ancora da raggiungere».

Pallacanestro Angri – Fortitudo Sorrento 55-67
(10-10; 28-25; 47-55)
Fortitudo Sorrento: Federico, Cangiano 3, Gargiulo Gae, Cascella, Peraino 12, Guarino 2, Somma 34, Vazza, Rossi 2, Di Maio 4, Pane, Gargiulo Gio. 10
Allenatore: Marino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!