Penisola che peccato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Che continui a perdere la Penisola Basket non fa più notizia, ma che riesca a giocarsela in volata si. Infatti, la squadra di coach Savarese, ingiustamente espulso dalla coppia di arbitri, cede di soli nove punti contro la Pro Cangiani. Finalmente una buona prova sulla quale pesa un arbitraggio tutt’altro che casalingo e il gioco non proprio di squadra che i bianco neri costieri mettono in campo. Le scuse dell’osservatore arbitrale a fine gara non fanno che accrescere il rammarico in casa della Penisola, ma il tecnico Savarese non le manda comunque a dire ai suoi.
«Sebbene alcuni atleti abbiano dato la propria disponibilità a fine anno, ora si tirano indietro con un comportamento infantile non rende merito alla società che ha investito su di loro – tuona Savarese -. Non parliamo di chi, invece, si è presentato al campo nel corso del secondo quarto, purtroppo manca la serietà».
Una gara che in altre cirocstanze i costieri avrebbero potuto vincere, ma che la condotta arbitrale e l’infortunio al capitano Esposito hanno incanalato su binari favorevoli alla Pro Cangiani.
« Al di là dell’avversità arbitrale- commenta il coach – sulla prestazione di squadra ha influito e di molto anche l’infortunio patito dal

Coach Savarese durante un time out

 capitano Giuseppe Esposito, che ha privato i costieri del loro faro di  gioco. Infatti, dopo l’uscita di Esposito è stato davvero difficile
arginare gli avversari che inequivocabilmente hanno condotto in porto la gara».
Uniche note liete della serata l’impiego dei due classe ’95,Sguanci e Gargiulo, che hanno tenuto benissimo il campo mettendo raziocinio nelle loro giocate e non lasciando intendere a un gioco improvvisato.
L’ultima frecciata del coach è ancora una volta rivolta ai suoi over in campo.
« Peccato che i senatori giocano per il loro tabellino e non per la squadra».
 

Campionato Basket  serie D
Penisola Basket Sorrento-Pro Cangiani 56-65
(17-15; 31-36; 43-49)
Penisola Basket Sorrento:  Sguanci 3, Colletto 10, Cascella E. 6, Monaco 3, Cascella G. 0, Caruso 19, Gargiulo 4, Esposito 7, Camera 4.
Allenatore: sig. Savarese
Pro Cangiani: Scognamiglio 4, Tufano 9, Ranise 2, Simeoli 5, Brancaccio 2, D’Anna 0, Castiello 15, Cerullo 9, Ferrara 2, Falzo 17.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



2 thoughts on “Penisola che peccato

  1. Nicola Caruso

    Unico “over” in campo sono io CARUSO! La citazione non mi è piaciuta perché non penso di meritare questi riferimenti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!