Fortitudo: Sfuma di un punto il titolo regionale del 3vs3

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Le quattro moschettiere bianco verdi (foto tratta da Basketin campania)

Sorrento – Non riesce la doppietta alle Under 14 della Fortitudo Sorrento, che nel torneo Regionale 3vs3 cedono alla quotata Caserta. Erano tante le speranze per le giovani atlete di Marco Paolillo, che dopo il titolo provinciale si candidavano come seria candidata al titolo regionale.
«Abbiamo giocato alla pari contro un’ottima squadra – commenta il coach Marco Paolillo -.  A mio modesto parere con un pizzico di malizia in più avremmo potuto tranquillamente vincere anche quest’anno il titolo regionale dopo aver vinto quest’anno quello provinciale».
E’ stata una grande prestazione da parte delle giovani atlete Russo, Abagnale, Coppola, Iaccarino, che hanno dimostrato di valere il titolo regionale anche perchè già nei quarti al cospetto del forte Battipaglia le bianco verdi fanno l’impresa e si qualificano per le semifinali.
«Dopo la prima fase in cui ci siamo qualificati agevolmente il sorteggio poteva esserci fatale, ma le ragazze hanno giocato alla grande e si sono qualificate alle semifinali – spiega Paolillo -. Vinto bene contro Salerno abbiamo pagato la tensione contro Caserta».
Troppi gli errori commessi in finale per le ragazze costiere che non reggono alla pressione e cedono contro le smaliziate atlete di Terra di Lavoro solo di un punto.
«L ragazze hanno sbagliato troppi tiri facili forse per un po’ di paura hanno sentito troppo la finale – conclude Paolillo -. Secondo me, senza nulla togliere a Caserta, che ha un bel gruppetto potevamo vincere tranquillamente nonostante l’assenza di Cacace rimpiazzata al meglio da Livia Coppola. Sono sempre più soddisfatto delle mie ragazze, sperando che dagli errori imparino qualcosa per il proseguo del campionato Under 14».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!