Sorrento, Rubicondo ipoteca il passaggio del turno degli Allievi nazionali

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gli Allievi nazionali del Sorrento

Tornano alla vittoria gli Allievi nazionali rossoneri. Dopo il passo falso di Cava de’ Tirreni, i classe 1994 costieri archiviano di misura la pratica Benevento grazie all’ennesimo gol del funambolo Rubicondo che decide a favore dei suoi una gara molto equilibrata in cui il Benevento, che naviga nei bassifondi della classifica, impedisce ai rossoneri di giocare come sanno, salvo poi cedere, fisicamente e mentalmente, nella ripresa.

PRIMO TEMPO La sosta forzata di due settimane dettata dal calendario e le scorie mentali del derby perso in casa della Cavese giocano un brutto scherzo ai ragazzi allenati da Antonio Raiola che entrano in campo poco convinti e lasciano campo libero al Benevento, bravo a sfruttare gli inserimenti tra le linee di Cirelli e Franco, insidiosi a tal punti da mandare spesso in tilt la difesa rossonera. La scelta del trainer costiero di invertire le posizioni di Gargiulo e Somma non lascia poi punti di riferimento in attacco, i tre trequartisti faticano ad inserirsi tra le linee e quindi i centrocampisti Cuomo e Costabile devono per forza di cose affidarsi ad infruttuosi lanci lunghi, che invitano a nozze i possenti difensori sanniti. Nonostante le difficoltà iniziali, è comunque il Sorrento a rendersi per primo pericoloso con una conclusione di Rubicondo al 6’ che dai venticinque metri scalda i guantoni di Cornacchia. La risposta del Benevento arriva dopo soli due minuti con Franco che prende palla sulla corsia di sinistra, si accentra e di destro disegna una parabola velenosa che si stampa sulla traversa a Balestrieri battuto. All’11’, poi, Costabile sveste i panni del tamponatore e indossa quelli dell’architetto, pescando Gargiulo in area di rigore dalla trequarti, l’attaccante costiero si tuffa di testa e impegna l’estremo difensore sannita alla presa in due tempi. I minuti che separano poi le squadre dall’intervallo scorrono senza sussulti, a parte qualche acuto dei rossoneri da calcio d’angolo, come al 34’, quando Somma, imbeccato da Rubicondo, di testa fa il solletico a Cornacchia
SECONDO TEMPO Al rientro dagli spogliatoi mister Raiola corregge il tiro e riporta capitan Gargiulo in posizione centrale, con Somma che ritorna nel suo ruolo naturale di esterno d’attacco, ottenendo così maggiore profondità, ottenuta grazie alla bravura di Gargiulo che ingaggia duelli su duelli in velocità con Porcaro e compagni. Alla prima occasione in cui il gioiello costiero va via al marcatore diretto (14’), Cornacchia fa il miracolo, andando a spingere con il guantone in angolo un gran bel tiro a giro. L’occasione sfumata è solo il preludio al gol che arriva giusto un giro di lancette più tardi: ancora Gargiulo si prende la scena e con un passaggio illuminante serve nel corridoio Rubicondo, bravo a rimanere freddo e battere Cornacchia con un rasoterra di destro. Il vantaggio dà fiducia ai rossoneri che spingono per chiudere definitivamente l’incontro. Al 22’ Rubicondo prova il bis da calcio piazzato, ma il suo tiro, potente e preciso, sfiora di pochi centimetri il palo. Il Benevento, colpito nell’animo, prova a rialzare la testa solamente nei minuti finali, ma sbatte inesorabilmente contro il muro eretto da Siniscalchi e Raiola che, aiutati da un Cuomo in versione super a tamponare il portatore di palla, chiudono tutti gli spazi e blindano il successo, mettendo una seria ipoteca sul passaggio alla seconda fase.
CAMPIONATO NAZIONALE ALLIEVI – GIRONE G
VENTITREESIMA GIORNATA
SORRENTO – BENEVENTO 1-0
Marcatore: 15’ s.t. Rubicondo
SORRENTO (4-2-3-1): Balestrieri; Romano, Raiola, Siniscalchi, Terminiello; Costabile, Cuomo (dal 43’ s.t. Procentese); Rubicondo (dal 28’ s.t. Iovino), Raffone (dal 20’ s.t. Siano), Gargiulo (dal 39’ s.t. Suriel); Somma. A disposizione: Pastena, Di Franco, Cappiello. Allenatore: Antonio Raiola.
BENEVENTO (4-3-3): Cornacchia; De Cesare (dal 20’ s.t. Santillo), Porcaro, Centrone, Riccardi; Battaglia, Barone (dal 33’ s.t. Fiore), D’Ovidio; Cirelli, D’Andrea (dal 33’ s.t. Brogna), Franco. A disposizione: Minichiello, Tommaselli, Martignetti, Pascarella. Allenatore: Carmine Imbriani.
Arbitro: Lorenzo Abagnara di Nocera Inferiore (Vanacore/Rega)
Ammonito: Porcaro (B)
Calci d’angolo: 7-3
Recuperi: 1’ primo tempo, 5’ secondo tempo
Note: Giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in erba sintetica. Presenti circa 100 spettatori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!