Sorrento, il carattere della Beretti è infinito

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La Berretti del Sorrento

Con una prova di gran carattere la formazione Berretti rossonera fa suo il derby con l’Avellino, consolida il quarto posto in attesa di recuperare la gara casalinga con il Catanzaro e dimostra ancora una volta, qualora ci fossero dubbi, di essere una compagine dall’animo di ferro, capace di rialzarsi immediatamente dopo qualunque battuta d’arresto. In particolare, la sconfitta patita a Tramonti con la Paganese sembrava aver intaccato in maniera tangibile il morale di capitan Vollono e compagni, di colpo ritrovatisi con la paura di veder svanire il sogno dei play-off dopo un campionato passato sempre in testa. Il gran lavoro mentale di mister Bevilacqua ha però dato i frutti sperati: il Sorrento, più che dal punto di vista tecnico, ha infatti stupito per la grinta e la determinazione messa in campo da ogni singolo interprete. Insomma, il derby con i lupacchiotti irpini l’ha vinto più di tutti il grande cuore rossonero.

PRIMO TEMPO Dopo la consueta fase iniziale di studio il Sorrento mette la testa fuori dal guscio grazie alla solidità a centrocampo del seniores Armellino, preziosissimo in fase d’interdizione, e alle invenzioni di Pietrovito che dalla fascia sinistra si accentra, risultando determinante in tutte le azioni offensive dei rossoneri. Il primo acuto della partita è di Armellino che al 21’ dal limite dell’area di rigore conclude di poco alto. Passano quattro minuti e Pietrovito salta come birilli due avversari, lancia nello spazio Mascolo il cui tiro termina di un soffio a lato. L’Avellino, rintanato nella propria trequarti, si difende bene ed il Sorrento fatica a costruire palle-gol. A scardinare il bunker avellinese ci prova al 33’ Schena dalla distanza, ma D’Arienzo blocca il tiro centrale senza troppi patemi.
SECONDO TEMPO Dopo l’intervallo l’andazzo del match stenta a cambiare. L’Avellino sembra accontentarsi del pari e pensa quindi più a non prenderle. Il Sorrento, di contro, è alla disperata ricerca di punti pesanti per l’accesso ai play-off e si riversa nella metà campo avversaria alla ricerca del gol del vantaggio. Passano solamente cinque minuti che Pietrovito, in versione intenditore, ruba palla a Casolaro ed appoggia dietro per Mascolo che di prima intenzioni con il destro calcia in porta, D’Arienzo è istintivo e con il piede mette in corner. L’attaccante rossonero al 16’ restituisce il favore al compagno Pietrovito, ma il tiro del peperino rossonero viene respinto con i pugni dal pipelet avellinese. La porta dell’Avellino sembra stregata. L’incantesimo, però, si spezza al 24’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la difesa ospite si addormenta clamorosamente, Breglia, indisturbato sul secondo palo ha tutto il tempo di vedere e servire Canciello che dal limite dell’area piccola di destro batte D’Arienzo e firma il tanto agognato 1-0. Il gol del centrale difensivo costiero, che si conferma sempre più letale in zona gol, carica a pallettoni gli uomini di Bevilacqua che continuano a macinare gioco e creare occasioni. Al 27’, infatti, Natale dopo un’incursione centrale appoggia a Pietrovito che col mancino sfiora l’incrocio dei pali. Dieci minuti dopo il neo entrato Maresca, subentrato ad uno Schena inguardabile, s’invola palla al piede e serve Natale nel corridoio che, dopo aver superato in velocità l’avversario diretto, conclude sull’esterno della rete. Nei minuti finali l’Avellino prova timidamente a creare qualche problema alla difesa comandata da un imperturbabile Vollono senza però mai tirare verso la porta di Pratticò. Alla disperata ricerca del pareggio gli irpini lasciano ampie praterie alle ripartenze dei rossoneri che le sfruttano a dovere proprio allo scadere dei tempi regolamentari quando, un calcio d’angolo a favore dei ragazzi di Domenico Santonicola, prontamente neutralizzato da un colpo di testa a spazzare di Cardore, permette a Natale di affrontare e superare nell’uno contro uno Ferro, l’ultimo baluardo a difesa di D’Arienzo, e di siglare il 2-0 con un preciso pallonetto da circa trenta metri che scrive i titoli di coda all’incontro.
CAMPIONATO NAZIONALE ‘DANTE BERRETTI’ – GIRONE G
VENTISEIESIMA GIORNATA
SORRENTO – AVELLINO 2-0
Marcatori: 24’ s.t. Canciello, 45’ Natale
SORRENTO (4-4-2): Pratticò; Ferrara, Canciello, Vollono, Breglia; Natale, Damiano (dal 10’ s.t. Cardore), Armellino, Pietrovito; Mascolo (dal 35’ s.t. De Giambattista), Schena (dal 13’ s.t. Maresca). A disposizione: D’Alessandro, Buonocore, Iaccarino, Schettino. Allenatore: Giuseppe Bevilacqua.
AVELLINO (4-2-3-1): D’Arienzo; Vinci, D’Auria (dal 35’ s.t. Martiniello), Direttore, Casolaro; Pugliese (dal 33’ s.t. Ambrosino), Amodeo; Colantuoni (dal 1’ s.t. Ferro), Crocetta, Ripoli; Ulturale. A disposizione: Santaniello, Carcarino, Zampella, Biba. Allenatore: Domenico Santopaolo.
Arbitro: Antonio Panariello di Torre del Greco (Battista/Guerra)
Ammoniti: Colantuni (A), Ferrara (S), Ulturale (A), Direttore (A)
Calci d’angolo: 4-6
Recuperi: 3’ primo tempo, 4’ secondo tempo
Note: Giornata serena, temperatura mite, terreno di gioco in erba sintetica. Presenti circa 150 spettatori.
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!