Togni-Carlini ed il Sorrento riprende a volare

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il Sorrento supera agilmente l’ostacolo Lumezzane grazie ai gol, uno per tempo, dei ritrovati Togni e Carlini. La squadra costiera non brilla come nelle precedenti uscite casalinghe ma con un rinnovato cinismo riesce comunque a far sua l’intera posta in palio a danni di un ostico Lumezzane, formazione pimpante e sbarazzina ma priva del giusto carattere necessario per far male ai rossoneri. I tre punti colti tra le mura amiche dello stadio ‘Italia’ assumono una doppia finalità: fanno aumentare a cinque i punti di vantaggio sulla terza (la Salernitana che, battendo la Cremonese, sorpassa l’Alessandria, fermata a Reggio Emilia) e diminuire invece ad otto lunghezze il gap dalla capolista Gubbio, costretta al pari dal Pergocrema.
LO SCACCHIERE Il modulo del Sorrento è l’ormai consueto 4-4-2. Con Rossi e Bonvissuto ancora ai box per infortunio, Simonelli sceglie di risparmiare Erpen, da poco guarito da un principio di pubalgia, e conferma Corsetti sulla corsia di sinistra di centrocampo, con Manco su quella opposta. Dietro, dopo la giornata di squalifica, Terra riprende il suo posto accanto a Lo Monaco, mentre Carlini è preferito a Pignalosa come spalla di Paulinho. Impostazione tattica speculare per il Lumezzane del tecnico Davide Nicola che si affida alle sortite offensive degli esterni Bradaschia e Lauria, incaricati di innescare le punte Volpato e Ferrari.
CENTROCAMPO IMBRIGLIATO Dopo un inizio spumeggiante, con Carlini che, di testa su cross dalla destra di Paulinho, scalda i guantoni a Trini dopo meno di sessanta secondi, il Sorrento palesa evidenti difficoltà in fase d’impostazione. I due centrocampisti centrali lumezzanesi, Finazzi e Calliari, mordono costantemente le caviglie di Nicodemo, ma soprattutto di Togni, che non ha spazio per dirigere la manovra. A ciò si aggiunga la marcatura asfissiante di Emerson ai danni di Paulinho e la giornata no degli esterni Corsetti e Manco ed il gioco è fatto: il Sorrento sembra la brutta copia di quello intravisto a Pagani. Il Lumezzane, però, sfortunatamente per i rossoneri, non è la Paganese ed in avanti si rende spesso e volentieri pericoloso. Come al minuto venti quando, su azione di contropiede, Volpato s’invola sulla sinistra e pesca sul secondo palo Lauria, lesto a servire di prima intenzione Bradaschia che da ottima posizione calcia clamorosamente alto. Altro giro, altra corsa ed il pressing del centrocampo rossoblu miete la vittima Nicodemo che al 27’ pecca in fase d’impostazione e favorisce Lauria che non ci pensa su due volte e prova a beffare Mancinelli con un tiro dai trenta metri che sorvola la traversa. Visti i suoi in netta difficoltà Simonelli prova ad invertire gli esterni, ma il risultato non cambia. Per attendere un nuovo tentativo, peraltro velleitario, dei padroni di casa bisogna attendere il 32’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da De Giosa, Togni, apposta al limite dell’area di rigore, prova a tramutare in gol un disimpegno di testa della retroguardia ospite, ma il suo tiro è poco potente e facile preda di Trini.
LA SVOLTA Quando ormai la prima frazione di gioco sembrava ormai incanalata sui binari dell’equilibrio, al 41’ l’uno contro uno di Carlini contro Pisacane costringe il difensore napoletano al fallo al limite dell’area destra dell’area di rigore, in posizione molto defilata. Sul punto di battuta si presenta lo specialista Togni. Tutti si aspettano il cross al centro verso le torri salite dalla difesa, ma invece il brasiliano sorprende tutti, e soprattutto l’estremo difensore lombardo, con uno spiovente potentissimo che supera la barriera e piega i guantoni del numero uno del Lumezzane. Settimo gol in stagione per il centrocampista rossonero, quinto direttamente da calcio di punizione.
EMERSON TENTA D’IMITARE TOGNI Alla ripresa delle ostilità, il Sorrento sonnecchia come suo solito un po’ troppo e favorisce il (timido) rientro di fiamma degli ospiti che al 9’ vanno vicinissimi al gol. Calcio di punizione di Emerson da posizione siderale e defilata, il mancino del brasiliano è però tanto potente ma soprattutto assume una traiettoria talmente strana che Mancinelli non può far altro che vedere il pallone prima aggirare la barriera e poi stamparsi sul palo alla sua destra.

Massimiliano Carlini, sua la rete del 2-0

FINALMENTE IL VERO SORRENTO Nel tentativo di pervenire al pareggio, il Lumezzane si scopre forse un po’ troppo e lascia spazio al Sorrento che nelle ripartenze è come al solito letale. Al 19’ Togni, in stato di grazia, fa viaggiare Carlini in posizione centrale che, dopo essersi bevuto Checcucci in velocità, prova il pallonetto a tu per tu con Trini che, con la mano di richiamo, compie il miracolo. Passano solamente quattro minuti e Togni serve ancora un altro assist al bacio, stavolta a Paulinho che, dopo aver saltato Emerson, scocca il diagonale, uscito di un soffio fa. Il gol è nell’area ed arriva giusto un giro di lancette più tardi, al 24’: Nicodemo sveste per un attimo i panni del muratore ed indossa quelli dell’architetto e s’inventa un tocco delizioso che invita a nozze Carlini, freddo nell’entrare in area, prendere in controtempo Trini e beffarlo sul proprio palo. E’ il raddoppio per il Sorrento ed il quarto gol stagionale per la punta rossonera, a digiuno da quasi quattro mesi.

Roberto Mancinelli, è imbattuto da 317'

PORTA ANCORA INVIOLATA La reazione del Lumezzane è quanto mai accennata. Gli ospiti, infatti, ci provano con Lauria, preciso quanto basta in più di un’occasione a servire Ferrari che però rimane intrappolato sistematicamente nella trappola del fuorigioco rossonera. Nell’unica occasione (29’) in cui l’ex Montichiari parte con il tempo giusto dietro la linea rossonera Vanin è fondamentale con la sua diagonale a chiudergli lo specchio della porta. I centimetri e la forza fisica di Niang, subentrato ad un applauditissimo Carlini, il solito lavoro sporco di Nicodemo e la consueta diligenza di De Giosa sulla fascia sinistra, poi, fanno il resto, contribuendo a fissare il risultato sul 2-0. L’ultimo brivido arriva proprio pochi secondi prima del fischio finale (49’) con Lauria che da calcio piazzato trova la spizzata di Checcucci sfortunato nel centrare la traversa. Mancinelli ringrazia quindi il suo legno per avergli permesso di allungare l’imbattibilità (317’ senza prendere gol) mentre Checcucci lo maledice per il mancato centro, il secondo concesutivo.

CAMPIONATO DI PRIMA DIVISIONE – GIRONE A
VENTOTTESIMA GIORNATA
SORRENTO – LUMEZZANE 2-0
Marcatori: 41’ p.t. Togni, 24’ s.t. Carlini
SORRENTO (4-4-2): Mancinelli; Vanin, Terra, Lo Monaco De Giosa (dal 38’ s.t. Angeli); Manco, Togni, Nicodemo, Corsetti (dal 44’ s.t. Di Nunzio); Carlini (dal 34’ s.t. Niang), Paulinho. A disposizione: Casadei, Erpen, Camorani, Pignalosa. Allenatore: Giovanni Simonelli
LUMEZZANE (4-4-2): Trini; Pisacane, Checcucci, Emerson (dal 41’ s.t. Luciani), Zanardini; Lauria, Calliari, Finazzi (dal 25’ s.t. Dadson), Bradaschia (dal 41’ s.t. Lo Iacono); Volpato, Ferrari. A disposizione: Di Gennaro, Sevieri, Alberti, Inglese. Allenatore: Davide Nicola.
Arbitro: Federico La Penna di Roma 1 (Palazzo/Abbruzzese)
Ammoniti: Finazzi (L), Terra (S)
Calci d’angolo: 5-5
Recuperi: 1’ primo tempo, 4’ secondo tempo.
Note: Giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in erba sintetica. Presenti circa 1500 spettatori.
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!