Il Vico va in bianco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Casola – Non va oltre lo zero a zero il Vico Equense di mister De Simone che si fa bloccare dal coriaceo Santa Maria la Carità. Trascorso il mese della verità il cammino degli azzurro oro non doveva essere così difficile, ma un evidente calo di concentrazione ha portato la capolista a buttare alle ortiche la possibilità di mantenere inalterato il vantaggio su Poggiomarino e Pagani.
«Non è accettabile che la mia squadra non riesca neppure a fare un tiro in porta nell’arco di due gare – tuona un furioso De Simone -.Se i miei giocatori vogliono svernare sino alla fine del campionato hanno sbagliato di grosso».
Sebbene il Vico non sia il migliore attacco del girone non era mai capitato che andasse in bianco per due incontri di seguito. Al di là della mancanza del goal, bisogna sottolineare un certo rilassamento degli uomini vicani.
«Ancora una volta chi ha avuto la sua occasione non l’ha sfruttata a dovere – continua Francesco -. Mi sa che c’è bisogno di un bel chiarimento nello spogliatoio. Non si può gettare alle ortiche il lavoro fatto sino ad ora».

Il tecnico vicano De Simone

Un andamento da gambero per i costieri, che rischiano di vedere assottigliato il vantaggio sempre di più se si continua su questa strada.
«Vedere i miei ragazzi fare la prestazione contro il Santa Maria mi porta a dover cambiare atteggiamento durante gli allenamenti – conclude il tecnico -. La gara pareggiata è lo specchio fedele dell’impegno dimostrato in settimana».

Campionato diPrima Categoria girone E
Santa Maria la Carità – Vico Equense 0-0
S.M. Carità: Visciano, Lauro, Calabrese, Aprea, Iaccarino (31’ st Sabatino), Porzio (29’ st De Rosa), De Riso (21’ st Parlato), Granata, Esposito, Amita, Formicola. All. Fontanella
Vico Equense: Napolitano, Fontanella, Rapesta, Scarica, La Monica, Scala, Cappiello (23’ st Palumbo), Apuzzo, Cuomo (10’ st Longobardo), Servillo (32’ pt Aruta), Ruggiero. All. de Simone
Arbitro. Alovisi di Napoli
Ammoniti: Aprea, Porzio, Formicola, Fontanella Cappiello, Ruggiero.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!