I play off vanno via con un rigore

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Doveva essere la prova del nove per il Massa Lubrense, ma la formazione costiera fallisce la missione Atletico Bosco anche a causa di un arbitraggio discutibile e vede allontanarsi, forse definitivamente, le chances per gli spareggi.
Una gara bloccata che vive di episodi e che gli ospiti vincono con il minimo scarto per un rigore decreatto più dal pubblico che dalla giacchetta nera. La posta in palio è elevata anche perchè le motivazioni play-off sono ridotte al lumicino, ma se da una parte il Bosco ci prova almeno nella prima parte di gara, il Massa rintuzza le offensive e prova a colpire in contropiede imbeccando un ispirato Vincenzo Esposito.
«Dobbiamo recriminare per un rigore inesistente – attacca Mario Gargiulo Dg del Massa Lubrense -. La gara è stata caratterizzata dall’equilibrio, peccato per la decisione del direttore di gara nel finale di gara, ora non resta che giocare sino alla fine con l’impegno giusto».
Partito con l’obiettivo di salvarsi il Massa Lubrense si è trovato in ballo per gli spareggi sino alla gara odierna, anche se al momento

Il portiere Paolo Fiorentino

 la matematica non condanna Fiorentino e compagni, ma per Gargiulo pesano non poco i punti che il Pompei ha guadagnato a tavolino. 
«Peccato che il regolamento sia quello che è – spiega Gargiulo -. Anche se hanno meritato resta il rammarico che i play-off quest’anno saranno mozzi perchè i pompeiani hanno raccolto sei punti a tavolino, di cui tre contro di noi che pesano non poco sulla nostra classifica».
Protagonista di un’ottima annata il portiere, Paolo Fiorentino, è rassegnato dopo la sconfitta odierna contro i boschesi.
«Purtroppo non è oggi che abbiamo gettato le nostre possibilità per raggiungere gli spareggi promozione – commenta il portiere nero azzurro -. Pesano come macigni le gare che abbiamo gettato contro Mondragone e Libertas Angri in casa, ma questo è il calcio».
Al di là del rigore decretato dall’arbitro per l’estremo difensore massese pesa la mancata espulsione di Dolmenti.
«Una gara che sarebbe dovuta finire in parità – conclude Fiorentino -. Peccato per la mancata espulsione del difensore Dolmenti su Esposito lanciato a rete, forse avrebbe potuto cambiare l’andamento del match, ma ora non resta che pensare a concludere al meglio questo campionato».

Campionato di Promozione girone B
Atletico Bosco – Massa Lubrense 1-0 (0-0)
Massa Lubrense: Fiorentino P, Siniscalchi (45’st Volpe), Gargiulo V, Vinaccia, Santini, De Luca, Prestigiovanni (25’st Parlato), Guitto, Aiello, Esposito, Tufano. A disposizione: Ruocco, Fiorentino D, Gargiulo P, De Maio.
Allenatore: sig. Miniero 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!