Sant’Agnello: Il punto sul Settore Giovanile

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Un week-end in chiaroscuro per il Settore Giovanile della società F.C. Sant’Agnello, che raccoglie una vittoria con la Juniores, un pari con gli Allievi Regionali e due sconfitte con Mini-Allievi e Mini Giovanissimi.
Se i giovani di Ponticorvo si impongono calando un settebello contro il Pimonte in trasferta confermandosi in vetta al girone H del campionato Regionale Juniores, avanzano a ritmo lento gli Allievi di mister Suarato, che pareggiano in trasferta.
Il presidente Negri traccia un bilancio allo stato delle cose del suo Settore Giovanile che potrebbe portare due squadre al turno successivo.
«La Juniores procede bene siamo primi, ma non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia – commenta il massimo dirigente santanellese -. I punti di vantaggio sono cinque sulle dirette inseguitrici e mancano ancora cinque gare alla fine. Temo molto il Pompei – spiega Negri – ha turni semplici, ma credo che riuscendo a battere nel prossimo turno l’Angri e vincendo la gara in casa possiamo farcela».
Diverso il discorso sul fronte Allievi. La squadra è volta all’inseguimento del secondo posto con vantaggio di tre punti sulla terza

Il presidente Alberto Negri

 quando alla fine mancano quattro gare.
«A quattro dalla fine è tutto molto aperto noi contiamo di poiter raggiungere questo prestigioso traguardo – conferma il presidente -, ma molto dipenderà dal calendario e da quanti punti saremo in grado di ottenere in questa volata finale e vedere cosa faranno anche le nostre inseguitrici, che hanno da giocare anche lo scontro diretto».
Più complicato il discorso dei Mini Allievi, che di certo frav tante difficicoltà restano un grosso punto interrogativo.
«Questo è un anno di apprendistato per loro, che devono crescere e fare esperienza anche attraverso le sconfitte, che possono arrivare nel corso di questo campionato».
Punta tanto sui Mini Giovanissimi Negri, che va oltre il mero risultato sportivo.
«Sono una squadra in continua crescita, che per quanto non riesca a imporsi con costanza si impegna e lavora sodo sempre- conclude Alberto -. Sono ben assortiti con ricambi per ogni ruolo, confido in loro per avere uan futura formazione Allievi, che possa raggiungere ottimi traguardi».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!