Serie D: Apd corsaro a Torre

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Torre annunziata – Era la gara contro la ex atleta costiera Giovanna Paparo, che con l’Oplonti Volley è alla ricerca disperata di punti salvezza. Infatti, alla squadra torrese manca solo la matematica per ottenere la permanenza nella categoria. La Apd ottiene una vittoria sofferta al termine di quattro set tirati e avvincenti, in cui le ragazze costiere riescono a imporsi e dare continuità ai propri risultati dopo il successo interno della settimana scorsa.
Cafiero opata subito per le migliori se, ma il set resta sempre equilibrato. Le dodici in campo non lasciano nulla di intentato e le bianco blu santanellesi si trovano subito a giocare una palla set, ma in vantaggiodi un punto, le ragazze di Cafiero sprecano le opportunità di chiudere il set che va alla squadra di casa.
Stesso copione nel secondo set che conferma le scariche di adrenalina del primo. Le peninsulari inizano a giocare un buon volley ricevendo e difendendo su buoni livelli. In attacco si passa con facilità, soprattutto al centro con Ilaria Marra, davvero in giornata di grazia , per portare due set dalla propria parte.
Il quarto parziale ripropone un Oplonti più volitiva e precisa in difesa come in attacco e per le costiere il compito si fa duro. La Apd non abbassa il livello della sua pallavolo e riesce a chiudere punto, set e match. Tre punti come viatico per il derby, che nel

Il mister costiero Amedeo Cafiero

 prossimo fine settimana vedrà opposte Di Leva e compagne alla capolista Gimel Sant’Agata.
Cafiero lancia la sfida alla capolista non dimenticando la sconfitta dell’andata.
«La Gimel vorrà chiudere il campionato a Sant’Agnello – commenta il tecnico costiero -, ma la sconfitta dell’andata brucia ancora e abbiamo tutta l’intezione di non regalere niente».

Oplonti Volley – Apd Carotenuto Sant’Agnello 1 – 3
(26-24; 23-25; 16-25; 23-25)
Apd Carotenuto: Iaccarino Paola, Iaccarino Pina, Di Leva A (k),  Cuomo F,  Espinosa E,  Marra I,  Savarese F,  Savarese D,  D’esposito F, Tondo L.
Allenatori: sig.ri Cafiero A – Pontecorvo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!