Prepotente Vico, Real Massa al tappeto

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Vico Equense – Una gara condotta dall’inizio alla fine, ma sbloccata solo da un dubbio rigore concesso dall’arbitro, per il Vico Equense di Francesco De Simone. I massesi di Maddaloni resistono sino a metà della seconda frazione giocando un calcio pratico, difesa attenta e raddoppi in ogni zona del campo, affidando a Marcello Cacace e Berton il compito di impensierire Napolitano.
Ciò che non realizza nei primi settanta minuti di gioco, il Vico lo mette a referto negli ultimi venti con cinque reti in rapida successione.
Partenza sprint – Partono forte i ventidue in campo con quattro palle goal nell’arco di dieci minuti. Protagonista assoluto il portiere massese Landolfi, che ipnotizza chiunque gli si pari davanti e tiene in gara i suoi. Il Real Massa non sta a guardare e potrebbe passare al primo affondo con Marcello Cacace. Il trequartista rossonero calcia a giro dai diciotto metri e la palla si stampa sulla traversa a Napolitano battuto.
Passato lo spavento i padroni di casa si riversano nella metà campo avversaria. Gioca un buon calcio il Vico che ci prova con Del Sorbo su punizione per ben due volte, ma Landolfi dice no. Possesso palla tutto in favore della squadra di casa, che però non trova sbocchi alla manovra, il Real Massa prova a fraseggiare nel breve per uscire dalla costante pressione e si rivede dalle parti del pipelet vicano a dieci dal termine, ma il tiro di Berton termina alle stelle.
In chiusura ci provano Ruggiero e Lucarelli, ma sulla prima conclusione il portiere massese mette in angolo, mentre sulla seconda la palla dell’attaccante di casa sfiora il palo e si perde sul fondo.
Forcing vicano – Un furioso De Simone carica i suoi che nella ripresa mettono alle corde Landolfi e compagni. Il portiere massese prima interviene su un cross di Cappiello, poi mette in corner la conclusione di Lucarelli.
La svolta – Espulsione per il Real Massa. Dopo un contropiede che Berton conclude con una conclusione rimpallata da Scala, il Vico riparte veloce e Rotoli mette giù al limite Ruggiero. Punzione, secondo giallo ed espulsione ai danni del centrale massese. Ennesima punizione di Del Sorbo, ma Landolfi dice ancora no.
Il vantaggio – Appena entrato in campo Antonio Cuomo (I) viene messo giù in area, ma il contatto sembra lieve a tutti tranne che al signor Picariello di Avellino, il peggiore in campo, che decreta la massima punizione. E’ Cuomo che dal dischetto piazza il primo goal. 
La gara cambia – Il Real Massa in inferiorità numerica e sotto di un goal prova a ribaltare il match, ma doccia fredda dopo due minuti. Lucarellis sguscia via e serve Izzo che dai diciotto metri con il destro conclude verso la porta di Landolfi, il portiere massese, questa volta, nulla può sul tiro dell’attaccante vicano per il raddoppio dei padroni di casa. 
Il Vico dilaga – Rotti gli argini come un fiume in piena i padroni di casa dilagano realizzando altre tre marcature, sfiorandone altrettante. Prima Apuzzo ribadisce in rete un pallone che Scala aveva mandato a colpire la traversa, poi Servillo, tra i migliori, dribbla un pò tutti e mette la palla sul palo lungo per il poker vicano, nel recupero Scarica piazza il destro dalla lunga distanza e chiude la gara.

Campionato di Prima Categoria girone E
Vico Equense – Real Massa 5-0 (0-0)
Vico Equense: Napolitano sv, Conte 6, Aruta 6 (7’st Apuzzo 6), Scarica 6.5, Del Sorbo 6, Scala 6, Costantino 5.5 (20’st Izzo 6), Cappiello 6, Lucarelli 6, Servillo 6.5, Ruggiero 5 (20’st Cuomo A. (I) 6.5). A disposizione: Cuomo A. (II), Fontanella, La Monica, Longobardo.
allenatore: sig. De Simone 6.5
Real Massa: Landolfi 7 (24’st Romano 5.5), Belgenio 5.5, Persico 5.5, Gelzo 6, Aprea 5, Rotoli 5.5, Cacace D 6, Inserra 6, Berton 5 (19’st Catafalco 5), Cacace M 6, Apicella 5.5 (16’st Ferraro 5). A disposizione: Egro, Celentano.
Allenatore: sig. Maddaloni 6.5
Arbitro: sig. Picariello 4
Marcatori: 21’st rig. Cuomo A. (I) (VE), 23’st Izzo (VE), 36’st Apuzzo (VE), 39’st Servillo (VE), 47’st Scarica (VE)
Note: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Del Sorbo, Scala, Lucarelli, Izzo, Landolfi, Belgenio, Persico, Aprea. Espulso: Rotoli. Angoli: 14-2 per il Vico. Recupero: 2’pt, 4’st.    

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!