Al teatro ‘Tasso’ il convegno ‘Doping-out’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Si svolgerà lunedì 21 marzo, presso il teatro ‘Tasso’ di piazza Sant’Antonino a Sorrento, il convengo ‘Doping out – Per un ‘giovane’ sport’, promosso dagli specialisti dell’ U.O.C. SerT Castellammare di Stabia – Sorrento e patrocinato dal comune di Sorrento, dall’Associazione Italiana Arbitri e dai Dottori Commercialisti Esperti Contabili della Campania.
L’incontro, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prevenzione nei confronti del doping in ambito sportivo, si aprirà alle 9.30 e vedrà l’esposizione di relazioni curate dagli esperti, tra cui lo psicologo e referente del progetto Vanni Moretti ed il dottor Alfonso De Nicola, medico sociale della S.S.C. Napoli.
Il progetto ‘Doping-Out’ è nato nel dicembre 2008 da un’idea dell’U.O.C. serT di Castellammare di Stabia – Sorrento, in collaborazione con la Direzione Generale ex Asl Napoli5, le compagnie carabinieri dei vari territori e le amministrazioni comunali interessate. Il progetto ‘Doping out’ dal 2008 al 2010 è riuscito a sensibilizzare sull’argomento più di 1000 alunni delle scuole medie inferiori dei comuni di Sorrento, Vico Equense, Santa Maria la Carità, Casola di Lettere e Pomigliano d’Arco.

Vanni Moretti, psicologo dirigente del SerT C/Mare-Sorrento e referente di 'Doping out'

All’incontro saranno presenti anche testimonial sportivi, tra cui un calciatore del Napoli e l’arbitro della CAN A Gabriele Gava di Conegliano Veneto. L’incontro si chiuderà con un dibattito sul tema insieme ad una delegazione di studenti delle scuole  di Sorrento. Al termine del convegno, presso lo stadio ‘Italia’ di Sorrento sarà disputato un quadrangolare di calcio che vedrà la partecipazione delle rappresentative dell’U.O.C. SerT Castellammare di Stabia – Sorrento, dell’amministrazione comunale di Sorrento, dei dottori commercialisti del tribunale di Torre Annunziata e della compagnia dei carabinieri della stazione di Sorrento.
PROGRAMMA:
ore 9.30: saluti delle autorità
RELATORI:
ore 10.00: Dott. Vanni Moretti, psicologo dirigente SerT Castellammare di Stabia – Sorrento (referente progetto ‘Doping Out’)
ore 10.30: Prof. Marcellino Monda – ‘Il muscolo controlla il cervello o viceversa?’
ore 11.00: Dott. Alfonso De Nicola – Esperienze e testimonianze
ore 11.30: Testimonianze
ore 12.00: Dibattito con i giovani
INTERVERRANNO:
• Dott. Vittorio Russo, commissario straordinario ASL Napoli 3 Sud
• Avv. Giuseppe Cuomo, sindaco del comune di Sorrento
• Dott. Luigi Esposito, direttore distretto 59
• Geom. Antonio Drammatico, presidente AIA sez.Castellammare di Stabia
• Dott. Michele Bernardo, segretario ordine dottori commercialisti tribunale di Torre Annunziata
• Prof. Marcellino Monda, direttore scuola specializzazione ‘Medicina dello Sport’, II università di Napoli
• Dott. Alfonso De Nicola, medico sociale S.S.C. Napoli
• Dott. Bruno Aiello, direttore U.O.C. SerT Castellammare di Stabia – Sorrento
• Dott. Vanni Moretti, psicologo dirigente SerT Castellammare di Stabia

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



2 thoughts on “Al teatro ‘Tasso’ il convegno ‘Doping-out’

  1. FRANCESCO CIOFFI

    L’articolo nella sezione ciclismo non è appropriato.visto che si parla di CALCIO!!! al convegno ci sono medici del calcio ………..ciclismo non vuol dire doping! smettiamola con questo accostamento……..se negli altri sport farebbero gli stessi controlli cosi come nel ciclismo……sicuro ci sarebbe la stessa percentuale di dopati! prego rettificare la sezione dell’articolo .grazie!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!