Capuano ci ricasca: niente Sorrento per la terza volta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Eziolino Capuano (foto tratta da forzapaganese.blogspot.com)

L’allenatore degli azzurrostellati, Ezio Capuano, non siederà in panchina nel derby di domenica prossima che al ‘Torre’ vedrà opposte Sorrento e Paganese. Lo ha deciso il giudice sportivo della Lega Pro, Pasquale Marino, che ha squalificato il tecnico salernitano per una giornata ‘perché in stato di squalifica (combinatagli durante Paganese-Reggiana 2-0, ndr) impartiva dalla tribuna disposizioni tecniche agli occupanti la panchina, ed al termine della gara si introduceva indebitamente negli spogliatoi’. Fin qui, nulla di strano. Le intemperanze del vulcanico Capuano sono all’ordine della domenica e le squalifiche di cui è vittima lo ‘Special One’ della Lega Pro (così è stato ribattezzato su Facebook dai suoi numerosi estimatori) sono talmente tante che, a spulciare le statistiche, si perderebbe sicuramente il conto. La nota di colore, però, è un’altra. E riguarda proprio le ultime partite che il Sorrento ha disputato contro le squadre allenate da Capuano. Il tecnico di Salerno, infatti, nelle ultime occasioni in cui ha incontrato i rossoneri, non si è mai seduto in panchina, sempre a causa di stop imposti dalla giustizia sportiva.

LA PRIMA VOLTA Successe il 7 dicembre del 2008 al ‘Marcello Torre’. Anche in quella occasione Capuano era squalificato ed in panchina andò il suo vice Alfonso Pepe, che guidò Pantanelli e compagni (tra cui De Giosa ed Esposito, che adesso vestono la casacca rossonera) alla vittoria per 1-0 grazie al rigore trasformato da Tisci.
IL BIS Anche nella gara di ritorno il vulcanico allenatore nativo di Salerno non potette guidare dalla panchina i suoi uomini, perché doveva scontare una delle due giornate di squalifica inflittagli dopo Paganese – Foggia del 26 febbraio 2009 quando, a fine gara, apostrofò in malo modo il direttore di gara, Luca Barbeno di Brescia, manco a farlo apposta il fischietto che è stato designato per dirigere il derby di domenica prossima. Per la cronaca, l’incontro disputato poi sul sintetico dell’Italia’ finì con uno scialbo 0-0, in panchina andò ancora il vice Pepe e Capuano fu beccato a dare indicazioni ai suoi nella zona soprastante gli spogliatoi dell’impianto di via Califano.
UN PRECEDENTE MOLTO AMARO Sfuggito per un soffio il fatidico incontro nella gara d’andata del campionato in corso (Capuano ha sostituito l’esonerato Pino Palumbo proprio una settimana dopo Sorrento – Paganese dello scorso 24 ottobre), resta da segnalare l’ultima volta in cui il trainer azzurrostellato ha avuto il piacere di sedersi sulla panca riservata agli addetti ai lavori in occasione di una sfida con il Sorrento, ovvero il 30 marzo del 2008. E per lui non fu assolutamente un piacere, anzi. Quel giorno allo stadio ‘Italia’ era in programma Sorrento – Juve Stabia, e le vespe di Capuano, uscirono con le ossa rotte dal derby, sotto i colpi di D’Isanto, Sibilli e Fragiello. Sconfitta che indusse il tecnico salernitano a rassegnare le proprie irrevocabili dimissioni da responsabile tecnico della società giallo-blu.
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!