Serie D femminile: Il Vallo strappa un set alla Apd

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Passeggia per due set la Apd Carotenuto che si addormenta negli ultimi due parziali e si impone per 3-1 contro la cenerentola del girone Vallo della Lucania. La compagine del duo Cafiero- Pontecorvo raggiunge per la prima volta in stagione la terza piazza della graduatoria in coabitazione con lo Stabia. Il tecnico di casa non vuole sorprese e scheira le migliori sei a sua disposizione con Savarese Fulvia al pallegio in diagonale con Iaccarino Paola nel ruolo d’opposto, schiacciatrici Iaccarino Pina e Di Leva A., al centro Tondo Livia ed Espinosa Emanuela, che sostituisce l’infortunata Ilaria Marra. Libero Daniela Savarese.
Le padrone di casa sfruttano al meglio l’esperienza, data l’età, contro le giovani under cilentane. I primi due set vanno via in scioltezza e il tecnico fa ruotare le sue atlete già al termine del primo parziale. Nei primi due parziali buna la prova di Francesca Cuomo quando è stata chiamata in causa.
Nel terzo set improvviso black-out delle costiere, che contro avversarie tecnicamente meno brave riescono nell’impresa di perdere il terzo parziale.Alla fine del match Cafiero è laconico: «Ci tenevo a vincere 3-0».

Il tecnico Amedeo Cafiero

Il quarto parziale inizia sotto il segno dell’equilibrio, ma alla fine la Apd prende il largo e chiude la partita 25-17.
un finale di campionato da brividi attende la compagine santanellese che prima affronterà l’Oplonti e poi le prime due della classe, Gimel e Primavera.
«Andiamo a Torre con la consapevolezza di poter vincere – afferma Cafiero a fine gara -.  A noi servono punti per mantenere il “prestigioso” terzo posto e poi giocarci tutto nella partita tanto attesa con il Sant’Agata».

Serie D
APD CAROTENUTO – GP VALLO 3 – 1
(25-11; 25-8; 23-25; 25-17)
Apd Carotenuto: Iaccarino Pina Iaccarino Paola Tondo L Marra I Savarese D Di Leva A Espinosa E Cuomo F Savarese F D’Esposito F.
All. Cafiero A. – Pontecorvo S.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!